• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Infezione da Cytomegalovirus: sintomi, trattamento e pericolo durante la gravidanza

In realtà, l'infezione da citomegalovirus è una malattia infettiva cronica che si sviluppa in una persona dopo l'infezione con il virus con lo stesso nome.

L'agente eziologico appartiene alla famiglia dei virus dell'herpes, la cui caratteristica distintiva è la "residenza eterna" nel corpo del paziente infetto.

Questo fatto rende cronica la malattia, sebbene nella percentuale principale di persone infette l'infezione in generale non possa manifestarsi in alcun modo all'esterno. In altri casi, è possibile una vasta gamma di manifestazioni, compreso il citomegalovirus.

È un'infezione molto pericolosa con un'infezione da citomegalovirus per le donne in gravidanza - le conseguenze per il feto possono essere le più tragiche.

Alla nascita, le manifestazioni di questa infezione sono registrate in 0,5 - 2,5% dei bambini. Spesso possono portare a una grave polmonite nei neonati, che richiedono il trattamento nelle unità di terapia intensiva per i più piccoli.

La rilevanza di questo problema è particolarmente alta, perché La prevalenza dell'infezione da citomegalovirus nelle donne adulte può raggiungere il 50-70%. Tuttavia, è particolarmente pericoloso avere un'infezione primaria durante la gravidanza, quando prima il paziente non incontrava il virus indicato.

Ciò è dovuto alla mancanza di anticorpi protettivi nel sangue che limitano il virus. Pertanto, penetra facilmente direttamente nel feto attraverso la placenta. Tuttavia, tutto in ordine ...

contenuto

Cause della malattia

Infezione da Cytomegalovirus: sintomi, trattamento e pericolo durante la gravidanza

La causa della malattia sta nell'agire l'agente infettivo nel corpo con la sua successiva riproduzione, che porta a danneggiare le cellule di molti organi.

Il rischio di ammalarsi è il più vulnerabile per le persone con disabilità del sistema immunitario (HIV, varie immunodeficienze) o per la sua immaturità (feto, neonati, bambini di età avanzata).

Cos'è la CMVI? Questa è una classica infezione antropica, vale a dire Il "fornitore" del patogeno sarà sempre una persona, ad es. non è possibile essere infettati da animali o altro.

Va tenuto presente che le persone più pericolose sono quelle che non hanno manifestazioni cliniche vivide.

Pertanto, le persone circostanti non immaginano nemmeno di essere in contatto con una potenziale fonte della malattia, la cui prevalenza è molto alta.

Quindi, in Russia, l'infezione da cytomegalovirus degli adulti è rilevata nel 73-98% della popolazione, nei bambini queste cifre sono inferiori.

Tuttavia, lo sviluppo della malattia è possibile in presenza di tali fattori:

  • Incontro con il virus;
  • L'implementazione delle vie di infezione in una particolare dose infettiva, ad es. il virus può penetrare solo attraverso uno specifico cancello d'ingresso e non tutte le sue quantità saranno pericolose;
  • Immunità ridotta - il corpo non è in grado di eliminare le particelle virali penetrate e causare la loro inattivazione (morte).

La trasmissione del citomegalovirus è possibile nei seguenti modi:

  • durante la gravidanza attraverso la placenta (verticale);
  • durante il travaglio (il virus si trova nella mucosa del canale del parto);
  • quando inalato saliva infetta con baci, contatti stretti;
  • all'intimità sessuale (il preservativo è un mezzo di protezione);
  • per via parenterale, vale a dire attraverso sangue infetto (trasfusioni di sangue, iniezioni endovenose, trapianto di organi). Pertanto, i donatori di sangue e di organi devono essere esaminati per il trasporto di citomegalovirus.

Nell'ambiente esterno è possibile la conservazione a lungo termine dell'attività del virus a temperatura ambiente normale. La sua capacità infettiva, perde sul congelamento solo a -20 ° C, riscaldando fino a 56 ° C.

Pertanto, per questa infezione, la stagionalità non è tipica - i casi di malattia sono registrati durante l'anno.

Sintomi di infezione da citomegalovirus nei bambini e negli adulti

Sintomi di infezione da citomegalovirus negli adulti, foto 1

Sintomi di infezione da citomegalovirus, foto 1

I sintomi dell'infezione da citomegalovirus possono essere suddivisi in manifestazioni di patologia primaria (quando il virus entra per la prima volta nel sangue) e malattia da citomegalovirus, i cui segni indicano il progresso della malattia (il virus si moltiplica incontrollatamente nel corpo e porta a numerose lesioni degli organi interni).

I segni di un'infezione primaria sono simili alle manifestazioni di mononucleosi infettiva.

Pertanto, il medico conduce necessariamente diagnosi differenziale con questa malattia utilizzando ulteriori metodi di indagine. Delle manifestazioni cliniche che indicano un'infezione da citomegalovirus, dovrebbe essere notato come:

  • alta temperatura corporea - dura a lungo (più di due settimane), accompagnata da mal di testa, dolori muscolari e articolari;
  • malessere generale, aumento della fatica, che non è associato a gravi stress fisici e mentali;
  • ingrandimento dei linfonodi, il loro insignificante dolore;
  • ingrossamento del fegato e della milza, nei casi gravi, lo sviluppo di epatite e ipersplenismo (aumento dell'attività della milza con la distruzione delle cellule del sangue, che porta a anemia e immunodeficienza).

A differenza degli adulti, l'infezione da citomegalovirus nei bambini è accompagnata da sialodenite - uno specifico cambiamento nelle ghiandole salivari.

I segni di questa sconfitta sono:

  • aumento della salivazione, che può portare alla macerazione della pelle della bocca e alla formazione di ulcere;
  • dolore durante i pasti, contro il quale il bambino spesso rifiuta;
  • un aumento visivamente determinato delle ghiandole nella regione sottomandibolare.

Con lo sviluppo della CMVI acuta dopo una trasfusione di sangue (dopo 2-8 settimane) o il trapianto di organi (dopo 8-12 settimane), ci possono essere:

  • un improvviso aumento della temperatura corporea a 39-40 ° C;
  • mal di gola;
  • la debolezza;
  • aumento dei linfonodi;
  • dolore nei muscoli;
  • sviluppo di polmonite, pleurite, infiammazione delle articolazioni, epatite, nefrite.
Foto CMV 2

Foto CMV 2

Senza trattamento, l'infezione primaria dopo il trapianto nel 70-80% porta alla morte. Pertanto, i pazienti dopo il trapianto di organi sono attentamente monitorati con un esame completo.

Aiuta ad identificare possibili infezioni e ad effettuare il trattamento in tempo. Questo è particolarmente vero, perché Nella stragrande maggioranza dei casi, i sintomi primari di infezione da citomegalovirus raramente.

L'infezione progressiva da citomegalovirus in donne e uomini adulti è caratterizzata in letteratura come una malattia con lo stesso nome. Inizia con la sindrome CMV.

I suoi sintomi sono i seguenti:

  • temperatura corporea elevata "incomprensibile" prolungata (38 ° C e più gradi);
  • la debolezza;
  • sudorazioni notturne;
    perdita di peso, non associata a una restrizione mirata nei prodotti alimentari.

Questi sintomi si sviluppano gradualmente, nel giro di poche settimane. In 1-3 mesi, i cambiamenti patologici iniziano in diversi organi.

Pertanto, è possibile diagnosticare varie malattie e processi patologici:

  • la polmonite;
  • l'epatite;
  • lesione ulcerativa gastrointestinale;
  • violazione delle ghiandole surrenali;
  • sciatica;
  • mal di testa;
  • danno alla retina dell'occhio fino alla perdita della vista;
  • infiammazione del muscolo cardiaco;
  • deterioramento della capacità di coagulazione del sangue.

Diagnostica di CMVI

Diagnostica di CMVI La rilevazione di sintomi specifici dell'infezione da citomegalovirus, il cui trattamento sarà effettuato in modo mirato, è impossibile senza la diagnostica di laboratorio e strumentale.

La scelta di questi o di altri metodi sarà determinata dal medico dopo un colloquio dettagliato del paziente. Durante questo periodo, l'esperto può identificare fatti importanti, vale a dire:

  • presenza di contatti con pazienti con CMV;
  • sesso non protetto;
  • episodi di trasfusioni di sangue, trapianti di organi entro sei mesi.

Queste circostanze richiedono tutte l'esclusione o la conferma di CMV.

Pertanto, il paziente è organizzato:

  1. Diagnostica di laboratorio speciale. Consiste nel condurre un test PCR (presenza di DNA virale), test sierologici (presenza di anticorpi contro il virus nel sangue).
  2. Diagnostica strumentale. Ti permette di rilevare i segni della malattia da CMV. Per fare questo, utilizzare radiografia del torace, ultrasuoni, risonanza magnetica , ECG, elettroneuromiografia. È importante condurre una diagnosi ecografica tempestiva nelle donne in gravidanza, per identificare le violazioni nello sviluppo del feto.

Trattamento dell'infezione da citomegalovirus

Le fasi del decorso della malattia, i sintomi dell'infezione da citomegalovirus nelle donne e negli uomini sono simili e il trattamento si basa su 3 punti importanti:

  • fine della vita del virus all'interno del corpo;
  • prevenzione della malattia da CMV;
  • prevenzione di complicazioni e disabilità.

I pazienti con manifestazioni cliniche gravi devono essere trattati in un ospedale.

In gravidanza nelle donne, il trattamento dipende da quanto sia grande la possibilità di infezione del feto. È richiesto un atteggiamento molto attento e il controllo della salute sia della madre che del bambino.

I principali farmaci usati nel trattamento della CMV sono il Valganciclovir e il Ganciclovir.

Questi sono i loro nomi internazionali (sulla confezione sono scritti a caratteri minuscoli), i nomi dei marchi possono variare a seconda del produttore. Con una forma attiva di infezione con la presenza di sintomi gravi, un farmaco viene prescritto per un periodo di 21 giorni o più.

Tale durata della terapia è necessaria per interrompere completamente il ciclo di riproduzione del virus.

I criteri per il successo del trattamento sono la scomparsa dei sintomi clinici e la comparsa di un risultato negativo dell'analisi PCR sul DNA del virus .

La terapia può essere prolungata con un obiettivo profilattico. Per questo, viene utilizzata una dose minore di farmaci con una durata media di un mese. Se riappaiono i sintomi dell'infezione da citomegalovirus, il trattamento deve essere ripetuto per intero.

In una situazione in cui il campione di sangue contiene il DNA del virus, ma non vi sono sintomi della malattia, viene prescritta una dose minore del farmaco per 1 mese, dopodiché viene eseguito un esame del sangue per la presenza di un acido nucleico virale (DNA).

Infezione da Cytomegalovirus in gravidanza

Infezione da Cytomegalovirus in gravidanza Gli effetti più avversi dell'infezione da citomegalovirus nelle donne in gravidanza hanno un'infezione fetale nelle prime fasi.

Se la madre non aveva virus nel corpo prima del concepimento, ma l'infezione si è verificata entro 20 settimane dalla gravidanza, questa è considerata un'infezione primaria. È il più pericoloso, perché in questo caso la probabilità di trasmissione del virus al feto è alta (40%).

Se il virus era nel corpo di una donna prima della gravidanza, o se è stata nuovamente infettata, il rischio di infezione del feto attraverso la placenta è molto più basso - 0,2-2, 2%.

Il risultato di un'infezione precoce del feto può essere:

  • la possibilità di interruzione spontanea anticipata della gravidanza;
  • morte del feto;
  • ritardo / arresto del suo sviluppo;
  • nati morti;
  • formazione di difetti.

L'infezione del feto in periodi successivi e durante il parto consisterà nella ricezione del bambino da parte del virus. L'ulteriore sviluppo della malattia dipende dal lavoro del sistema immunitario. Se è pieno, il virus verrà distrutto e la malattia non si svilupperà.

Nelle donne in gravidanza, il trattamento dell'infezione da citomegalovirus consiste nell'uso di una specifica immunoglobulina anti-citomegalovirus, che viene somministrata per via endovenosa.

Il farmaco è anche prescritto per la prevenzione dell'infezione fetale se la madre ha questo virus (vengono presi in considerazione solo i risultati dell'analisi PCR, i test sierologici sono meno istruttivi), ma non vi sono sintomi di CMVI acuta.

Pericolo di CMVI in gravidanza, foto 4

Pericolo di CMVI in gravidanza, foto 4

L'uso di farmaci simili durante la gravidanza è possibile. Tuttavia, non ha dimostrato l'efficacia a causa del numero insufficiente di studi condotti su questo problema.

Forse, molto presto ci saranno nuove pubblicazioni comprovate sulla terapia con CMV in donne in gravidanza.

Prevenzione della malattia

Il vaccino preventivo contro l'infezione da citomegalovirus non esiste. La prevenzione dell'infezione è possibile con l'osservanza dei principi di igiene generale:

  1. contatto sessuale solo con l'uso di preservativi;
  2. evitamento di una stretta comunicazione con la persona infetta (nessun bacio nel periodo attivo, solo piatti e mezzi igienici, ecc.);
  3. lavarsi frequentemente le mani dopo aver usato oggetti che possono contenere saliva o urine (giocattoli, pannolini).

Poiché l'infezione da citomegalovirus nelle donne è pericolosa per la possibilità di trasmissione del virus al feto durante la gravidanza, è necessario esaminare il sangue per la presenza di DNA virale e gli anticorpi corrispondenti. Questi studi sono fatti meglio nella fase di pianificazione della gravidanza.

Il test del citomegalovirus fa parte del cosiddetto studio TORCH, che è obbligatorio nelle donne in gravidanza prima della 20a settimana. La domanda sulla necessità di trattamento deve essere decisa individualmente, in base a come sono finite le precedenti gravidanze.

Codice di infezione da citomegalovirus μb 10

Secondo la classificazione internazionale delle malattie, CMVI è indicato dal codice:

ICD-10: Classe I - B25-B34 (altre malattie virali)

Cytomegalovirus (B25)

  • Polmonite da citomegalovirus B25.0 (J17.1 *)
  • B25.1 Epatite da citomegalovirus (K77.0 *)
  • B25.2 pancreatite da citomegalovirus (K87.1 *)
  • B25.8 Altre malattie da citomegalovirus
  • Citomegalovirus B25.9, non specificato

Inoltre:

B27.1 mononucleosi da citomegalovirus

P35.1 infezione da citomegalovirus congenito

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com