• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Emorragia subaracnoidea - diagnosi e trattamento di una condizione pericolosa per la vita

L'emorragia subaracnoidea è una condizione patologica diffusa che si posiziona al terzo posto nella frequenza di occorrenza tra tutti i tipi di ictus cerebrale. Più spesso si sviluppa in persone di età compresa tra 30 e 55 anni.

contenuto

Cos'è l'emorragia subaracnoidea?

Il cervello umano è coperto da tre gusci:

  • esterno (solido);
  • media (aracnoide);
  • interno (vascolare).

Lo spazio che si trova tra i gusci duri e aracnoidi è chiamato subdurale, e tra l'aracnoide e la vascolarizzazione è subaracnoideo (o subaracnoidale).

Conchiglie del cervello

I gusci del cervello, tra i quali si formano le cavità

Il deflusso di sangue nello spazio subaracnoideo o l'accumulo delle sue pieghe, causato da una violazione della microcircolazione, del vasospasmo e del danno alla corteccia cerebrale, è chiamato subaracnoide.

Questa condizione patologica può anche essere indicata come emorragia intracranica, ictus emorragico o SAK.

Emorragia subaracnoidea

L'emorragia subaracnoidea dovuta alla rottura dei vasi è una condizione molto pericolosa

Il gruppo di rischio per lo sviluppo di emorragia nel cervello comprende i pazienti:

  • ipertensione;
  • malattie autoimmuni e degenerative di vasi cerebrali;
  • che assumono farmaci anticoagulanti, cioè farmaci che riducono la capacità di coagulazione del sangue;
  • con tumori del cervello e delle sue membrane;
  • con formazioni aneurismatiche di vasi cerebrali;
  • con lesioni infettive e fungine delle arterie e delle vene della testa;
  • con tossicodipendenza da cocaina.

Classificazione delle emorragie nello spazio subaracnoideo: non traumatico, traumatico, primario, isolato e altro

Se la nave è danneggiata, l'uscita del sangue può avvenire non solo sotto la membrana subaracnoidea, ma anche nelle strutture anatomiche adiacenti. Pertanto, si distinguono i seguenti tipi:

  • isolato - SAK è limitato ai gusci del cervello;
  • emorragia subaracnoidea-parenchima - si verifica nel tessuto cerebrale;
  • subaracnoide-ventricolare - emorragia in uno dei ventricoli (formazione anatomica del cervello);
  • emorragia subaracnoidea-parenchima-ventricolo - colpisce non solo la sostanza, ma anche i ventricoli del cervello.
rottura vascolare cerebrale

La causa principale dell'emorragia subaracnoidea è una violazione dell'integrità della parete dell'arteria intracranica

Per ragioni di origine, il SAC distingue:

  • traumatico - l'energia meccanica quando viene colpita nella testa è così forte che può causare una rottura dell'arteria o della vena del guscio o del parenchima del cervello. Le conseguenze di un tale impatto sono imprevedibili e dipendono dalla sua forza, dal calibro della nave e dal luogo dell'emorragia;
  • non traumatico: si sviluppa a causa dell'anormalità dello sviluppo vascolare, dei processi infettivi, della patologia del sistema di coagulazione del sangue o di un momentaneo aumento della pressione sanguigna.

SAK primario o spontaneo si verifica solo con malformazioni del sistema vascolare cerebrale. Il secondario è causato da una varietà di fattori esterni che provocano una rottura della vena o dell'arteria.

Cause e fattori di sviluppo di IAC

I fattori che possono portare a emorragia subaracnoidea sono condizionatamente suddivisi in diversi gruppi:

  1. Strutturale o anatomico - patologia dello sviluppo della parete vascolare o una violazione della sua integrità.
  2. Violazione di emodinamica causata da ipertensione arteriosa.
  3. Disfunzione del sistema di coagulazione del sangue.

Molto spesso, la causa dell'emorragia subaracnoidea è la rottura di un aneurisma sacculare, la cui dimensione può variare da 2 mm a diversi centimetri.

Meno spesso, CAA provoca patologie di deflusso venoso dal cervello, distruzione dei vasi sanguigni, lesioni aterosclerotiche delle arterie, che portano alla loro stratificazione.

Sostanze tossiche e alcuni farmaci influenzano la condizione della parete vascolare, che porta alla sua rottura in punti deboli. Ad esempio, il mannitolo, che viene utilizzato per l'ipertensione intracranica, ha la proprietà di provocare una sindrome da rinculo in connessione con complessi processi biochimici. Un forte rialzo degli indici di pressione spasma le arterie cerebrali e può provocare la loro rottura.

Spesso emorragia subaracnoidea si verifica dopo una lesione cerebrale traumatica.

Pancreatite rara, che in forme trascurate porta al rilascio di enzimi del pancreas nel sangue, che danneggia la membrana vascolare cerebrale, è una causa molto rara di SAK. Un fenomeno simile si verifica negli interventi chirurgici sulla ghiandola.

Elena Malysheva sull'emorragia subaracnoidea - video

Sintomi e segni di emorragia subaracnoidea

Le manifestazioni cliniche di SAC sono suddivise condizionatamente in tre periodi, ognuno dei quali ha la sua sintomatologia. Dipende dai processi patogenetici che si verificano dopo la rottura della nave.

  1. Dogemorragichesky, o il periodo prima dell'inizio del sanguinamento nello spazio subaracnoideo, si manifesta con cefalea unilaterale periodica, vertigini senza causa, perdita della vista. Se l'aneurisma della nave è nel parenchima del cervello, il paziente può avere crisi epilettiche, una frattura negli occhi, una caduta di parte dei campi visivi, uno spasmo dei muscoli facciali. La diagnosi di questo periodo è molto difficile, poiché la metà dei pazienti non manifesta una formazione aneurismatica.
  2. Il periodo emorragico - il sangue che scorre da un aneurisma o da una nave traumaticamente danneggiata, gradualmente inizia a riempire non solo lo spazio subaracnoideo, ma anche altre formazioni cerebrali (ventricoli, un sistema di cisterne e canali portatori di liquidi), provocando così una maggiore pressione in essi e un aumento del volume di CSF liquido che lava il cervello e il midollo spinale). Clinicamente, questo si manifesta con mal di testa acuto, calore in tutto il corpo, una sensazione di diffusione del fluido caldo in tutta la testa. Le vertigini si intensificano e dopo un po 'c'è una perdita di coscienza, fino a un coma. Due settimane dopo, c'è anche una perdita di memoria, un disturbo del linguaggio orale e scritto, un deterioramento della salute mentale, così come lo sviluppo della paresi e della paralisi. Se l'emorragia si verifica nel tronco cerebrale, dove si trovano i centri di attività respiratoria e cardiaca, allora l'esito letale è inevitabile.
  3. Periodo post-emorragico - si verifica dopo l'eliminazione del sanguinamento e le sue manifestazioni dipendono dal grado di danneggiamento delle strutture del cervello e dalla velocità delle cure mediche specialistiche. Un'emorragia massiccia può portare a edema del cervello e idrocefalo (un aumento delle dimensioni del cranio), che aggrava ulteriormente il decorso della malattia. Spesso dopo aver lasciato il coma, il paziente presenterà sintomi di amnesia, ritardo mentale, mancanza o diminuzione della sensibilità degli arti.

Caratteristiche del cervello SAK nei bambini e nei neonati

Cause di disturbi circolatori e emorragia subaracnoidea nei neonati possono dare origine a traumi e prolungata esposizione senza ossigeno. Un basso livello di ossigeno nel sangue con una combinazione di altri danni cerebrali durante il travaglio può avere conseguenze molto spiacevoli, a volte persino conseguenze letali.

Nei neonati sotto SAK, si nota:

  • forte, stridulo pianto a causa di una maggiore pressione intracranica;
  • convulsioni;
  • disturbi del sonno;
  • aumento dell'attività motoria alla minima irritazione;
    neonato

    Un pianto penetrante in un neonato è uno dei segni del SAK

  • gravità dei riflessi congeniti durante l'esame da parte di uno specialista;
  • tono muscolare alto;
  • rigonfiamento di una grande fontanella;
  • ittero della pelle.

I bambini più grandi con diagnosi di ASD nell'infanzia sono in ritardo nello sviluppo fisico e mentale, hanno segni di aumento della pressione sanguigna e di un cranio. Periodicamente, tali pazienti soffrono di convulsioni epilettiche.

Diagnosi e diagnosi differenziale della malattia

All'esame, il neurologo può sospettare un'emorragia subaracnoidea nel paziente. Ma la sintomatologia è molto aspecifica e talvolta il paziente è in coma, il che complica ulteriormente la diagnosi e la determinazione dell'ovvia causa di disturbi cerebrali. Pertanto, i metodi principali sono strumentali:

  1. La tomografia computerizzata (CT) del cervello è il metodo diagnostico principale per confermare o rifiutare il fatto di emorragia subaracnoidea. Circa l'85% dei casi con l'aiuto di immagini di scansione CT della zona di perdita di sangue sotto forma di riduzione della compattazione del parenchima del cervello.
  2. La risonanza magnetica è meno sensibile in SAH rispetto alla TC, ma è molto istruttiva per l'emorragia nel tronco cerebrale.
  3. Puntura spinale (SMP) - un'emorragia subaracnoidea o subaracnoidea-ventricolare indicherà il sangue nel liquido cerebrospinale, poiché sia ​​lo spazio subaracnoideo che i ventricoli hanno una connessione con il canale spinale. Ma SMP è considerato informativo solo 12 ore dopo un disturbo circolatorio cerebrale, perché fino a questo momento, le cellule del sangue nel liquido cerebrospinale non vengono rilevate nella quantità necessaria per confermare la diagnosi.
    Puntura spinale

    La puntura spinale è informativa 12 ore dopo l'incidente cerebrovascolare

  4. Oftalmoscopia: consente di determinare la causa del danno ai vasi cerebrali in base alla loro condizione nella giornata interna (ipertensione, malattia infettiva). Se l'oftalmologo parla di edema del disco ottico, molto probabilmente la diagnosi deve essere rivista a favore dell'oncologia.
  5. Elettroencefalogramma - viene mostrato con il recente attacco epilettico. La registrazione dell'attività elettrica del cervello consente di determinare la causa di questa condizione nel paziente.
  6. Radiografia del cranio - eseguita dopo una caduta, un colpo di testa o al momento dell'inizio dei sintomi dei disturbi del sistema nervoso per escludere alterazioni traumatiche del cranio.
  7. Esame ecografico di arterie e angiografia cerebrale - sono condotte per chiarire le cause di emorragia subaracnoidea o parenchimale quando si considera la possibilità di un trattamento chirurgico.

La diagnosi differenziale viene eseguita con ictus ischemico, che è caratterizzato da:

  • insorgenza di sintomi frequenti e ripetuti, che indicano una violazione della circolazione cerebrale, ma passano entro 12 ore;
  • presenza di patologia cardiaca, trasferimento di infarto miocardico, disturbi del ritmo cardiaco;
  • malattia ischemica degli arti inferiori;
  • manifestazione dei sintomi durante il sonno, dopo un bagno caldo, stanchezza fisica;
  • sviluppo graduale dei sintomi, con sbiadimento periodico e manifestazioni crescenti con rinnovato vigore;
  • età oltre 55 anni.

Le tattiche terapeutiche di SAK

Il trattamento dell'emorragia subaracnoidea è principalmente finalizzato alla fornitura adeguata di cure di emergenza, alla perdita di sangue, alla riduzione della pressione intracranica e alla riduzione dell'edema cerebrale.

Attività urgenti

  1. Con crisi epilettiche - non interferire con la contrazione muscolare, non provare a sporgere la lingua. In questo momento è importante prevenire l'ulteriore traumatizzazione del paziente, provare a posizionare oggetti morbidi sotto le parti del corpo e, una volta terminati i crampi, adagiarsi su un lato con la fissazione degli arti inferiori.
  2. Se perdi conoscenza e smetti di respirare - chiama un'ambulanza, inclina la testa del paziente all'indietro, spingi la mascella inferiore e inizi a eseguire la rianimazione cardiopolmonare con il rapporto tra pressione dello sterno e inspirazione 30: 2.

Quando si fornisce il primo soccorso, non si deve cercare di inserire medicinali nella cavità orale della persona interessata.

medicazione

  1. Per interrompere il sanguinamento, utilizzare l'acido aminocaproico, sodio etamzilato, Dicynon, Tranexam.
  2. Per ridurre la pressione intracranica e l'edema cerebrale sotto il controllo dei livelli ematici di elettroliti, vengono utilizzati Mannitolo, Veroshpiron, Furosemide;
  3. Per prevenire l'ischemia del tessuto cerebrale e lo spasmo riflesso dei vasi sanguigni - Nimotop.
  4. Per eliminare il processo infiammatorio, in particolare dopo lesione cerebrale traumatica, vengono utilizzati antibiotici (Flemoclav, Sulbactomax, Cedoxime), nonché farmaci antinfiammatori non steroidei (Ibuprofen, Diclofenac).
  5. Con vomito indomabile - Cerucal, Metoclopramide.
  6. Con ripetuti attacchi - Finlepsin.
  7. Con un rapido aumento del volume del liquido cerebrospinale, si esegue uno smistamento, cioè mettendo il catetere nel canale spinale o nei ventricoli del cervello per drenare il fluido accumulato.

Farmaci per la terapia SAC - galleria fotografica

Manipolazioni chirurgiche: linea di condotta

L'intervento chirurgico è indicato con rapido deterioramento delle condizioni del paziente e formazione di ematoma di notevoli dimensioni. Il trattamento chirurgico include:

  • preparazione del paziente e anestesia;
  • eliminazione dell'ematoma (coaguli di sangue) con l'ausilio di uno speciale ago e siringa per aspirazione, o mediante trapanazione (apertura) del cranio;
  • coagulazione della nave con un laser nel caso in cui il sanguinamento non si è fermato. È anche possibile imporre clip o legature speciali sull'arteria danneggiata.

In caso di trauma craniocerebrale, il trattamento chirurgico è il metodo principale, poiché, oltre a eliminare la fonte di emorragia, viene eseguito un confronto delle ossa del cranio spostate.

reinserimento

Ripristinare il corpo dopo questo tipo di lesione è un processo molto complesso e lungo. È importante non solo l'assistenza domiciliare giusta, ma anche il trattamento in centri specializzati. Le attività di riabilitazione includono:

  • con una diminuzione o una completa mancanza di sensibilità, attività motoria - procedure di massaggio, stimolazione elettrica muscolare, elettroforesi sugli arti;
  • agopuntura di aree con spasmo muscolare;
    Riabilitazione dopo SAC

    Le misure di riabilitazione dovrebbero essere applicate da specialisti e parenti del paziente

  • procedure con paraffina, ozocerite, bagni di trementina;
  • nel caso dello sviluppo della sindrome di Parkinson - allenamento psicologico con rilassamento muscolare, digitopressione, bagni riscaldanti, farmaci antiparkinsoniani (Levodopa);
  • esercitare la terapia per il rinnovo delle capacità di camminare, l'equilibrio e la coordinazione;
  • con disturbi respiratori e della deglutizione - massaggio dell'area sublinguale, laringe passiva e movimenti della lingua, ripetuti allenamenti nella deglutizione e movimento di cibo di diversa consistenza in bocca;
  • ipnosi;
  • riabilitazione psicologica non solo del paziente, ma anche dei suoi parenti

L'uso della medicina tradizionale nello sviluppo dell'emorragia subaracnoidea non solo non è opportuno, ma anche assurdo.

Prognosi, complicanze e conseguenze dopo SAC

La prognosi del trattamento efficace dell'emorragia subaracnoidea dipende in gran parte non solo dalla categoria di età del paziente, dalle dimensioni del sito danneggiato, ma anche dal supporto psicologico dei parenti, dall'umore, dalla motivazione e, naturalmente, dalla presenza di coscienza.

Dopo il trasferimento SAK nel paziente:

  • ci possono essere fenomeni di parola, memoria, deambulazione e coordinazione;
  • il vasospasmo prolungato può essere complicato da un infarto cerebrale ritardato;
  • un'emorragia massiccia, che colpisce vaste aree del tessuto nervoso, porta alla morte.

Misure preventive

Per prevenire lo sviluppo di SAC, è necessario:

  • aderire alla corretta alimentazione ed esercitare una moderata attività fisica;
  • in modo tempestivo, rimozione chirurgica delle formazioni aneurismatiche diagnosticate di vasi cerebrali;
  • non consentire l'aumento o la fluttuazione degli indicatori della pressione arteriosa;
  • correlare i disturbi del ritmo cardiaco;
  • malattie vascolari infettive o fungine da trattare in un ospedale.

La diagnosi tempestiva dei fattori predisponenti dell'emorragia subaracnoidea aiuterà non solo ad evitare la morte, ma anche a prevenire un alto livello di grave disabilità nei pazienti con questa patologia. È importante nel più breve tempo possibile determinare le possibilità del trattamento chirurgico con questa o quella violazione dell'erogazione di sangue al cervello per evitare gravi complicazioni.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com