• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Sindrome dell'arteria vertebrale: sintomi, diagnosi e trattamento

Costantemente preoccupato per un mal di testa? La vista e l'udito sono peggiorati? Fa male il collo? È necessario consultare urgentemente un medico, poiché tali sintomi spesso indicano una sindrome di compressione dell'arteria vertebrale.

Se ignori le tue condizioni, contando sull'auto-guarigione, puoi guadagnare abbastanza un ictus ischemico.

contenuto

Sindrome dell'arteria vertebrale - che cos'è?

Sindrome dell'arteria vertebrale

Il cranio di una persona è fornito per il 70-85% di arterie carotidi del sangue 2, il restante 15-30% viene fornito attraverso un altro paio di vasi. Pertanto, solo 4 arterie prendono parte all'afflusso di sangue alla testa, tra cui il sonnolento svolge il ruolo principale.

E se in qualche modo non adempiono alla loro funzione, il cervello semplicemente non riceve abbastanza ossigeno e sostanze nutritive. Di conseguenza, ci sono mal di testa e altri segni che, nel complesso, i medici sono chiamati la sindrome delle arterie vertebrali.

Quando si verifica un tale disturbo, una persona non si sente immediatamente male. A volte non presta attenzione a cambiare il suo stato, cancellando tutto per fatica o qualcos'altro. Tuttavia, i medici sottolineano il pericolo della sindrome e chiamano 2 gruppi di ragioni per il suo sviluppo:

  1. Vertebrogenic (malattie della colonna vertebrale).
  2. Non vertebrale (disturbi vascolari).

La sindrome vertebrale dell'arteria vertebrale è un frequente compagno di osteocondrosi cervicale. È la violazione delle vertebre che porta alla spremitura dei vasi, che interrompe il flusso di sangue nel cranio. Inoltre, le persone che soffrono di questo trauma soffrono di un trauma al collo.

Le cause non vertebrogenetiche della sindrome sono associate allo stato dei vasi. Questa può essere un'anomalia congenita dell'ubicazione e delle dimensioni delle arterie carotidi, ma i medici prestano attenzione alle malattie acquisite, ad esempio l'aterosclerosi.

Questo disturbo di solito si sviluppa a causa dell'eccessivo intasamento del corpo con il colesterolo, quindi anche le cause della sindrome sono considerate un disturbo metabolico e l'obesità.

Inoltre, è possibile e il fallimento di innervazione delle arterie carotidi e la sintesi eccessiva di ormoni surrenali, che influenzano direttamente gli adrenorecettori, portando a un restringimento dei vasi.

Sintomi della sindrome delle arterie vertebrali

Sintomi della sindrome delle arterie vertebrali

Spesso una persona si rivolge a un medico con un mal di testa per un motivo sconosciuto e, di conseguenza, gli viene diagnosticata una tale malattia. In generale, i sintomi della sindrome delle arterie vertebrali sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • un forte mal di testa palpitante (appare nella nuca e si diffonde alla fronte e al whisky);
  • vertigini;
  • violazione della coordinazione dei movimenti dovuta alla scarsa fornitura di sangue al cervelletto;
  • deterioramento della vista e dell'udito;
  • dolore al cuoio capelluto;
  • sonnolenza.

In uno stadio precoce della sindrome delle arterie vertebrali, i sintomi si manifestano raramente e vengono trasferiti senza particolari difficoltà, tuttavia, nei momenti di esacerbazione della patologia, una persona può provare dolori dolorosi. In assenza di trattamento, la malattia progredisce, il che porta ad un peggioramento della situazione e alla comparsa di ulteriori sintomi:

  • svenimento;
  • disturbi del linguaggio;
  • nausea e vomito;
  • dolore nel cuore;
  • diminuzione della sensibilità delle labbra, della lingua e della faringe (inevitabilmente disturbi della deglutizione).

Qual è il pericolo della sindrome?

Il deterioramento del rifornimento di sangue al cervello non passa senza lasciare traccia. In particolare, la carenza di forniture di ossigeno e di composti nutritivi alle cellule nervose provoca un declino della loro attività funzionale.

Se il disturbo del flusso sanguigno raggiunge un livello critico, è raramente possibile evitare l'ictus ischemico - una delle cause più frequenti di morte.

Diagnosi della sindrome delle arterie vertebrali

La sindrome dell'arteria vertebrale con osteocondrosi cervicale è facile da identificare. A questa persona viene chiesto di voltare la testa e descrivere i loro sentimenti. Se c'è un forte dolore al collo, allora il problema è ovvio.

Inoltre, anche la palpazione delle aree sottolineate delle escrescenze darà un risultato. Ma, al fine di escludere la possibilità di altre malattie, la diagnosi viene chiarita con metodi aggiuntivi:

  1. Esame a raggi X. Le immagini mostrano lo spostamento delle vertebre.
  2. Dopplerografia a ultrasuoni (UZDG). Determina lo stato delle navi.
  3. Analisi del sangue biochimica per il colesterolo. Rilevano vasi ostruiti con placche aterosclerotiche.
  4. Imaging a risonanza magnetica. Affina i raggi X. Metodo ben collaudato di contrasto, attraverso il quale è possibile vedere il corso delle arterie.

Come trattare la sindrome dell'arteria vertebrale?

trattamento della sindrome delle arterie vertebrali Sono necessari farmaci sintomatici per alleviare il dolore, ma senza eliminare la causa del disturbo, non ci saranno miglioramenti. Cosa dovrei fare?

Prima di tutto, eliminano il pizzicore dei vasi, che di solito si verifica con osteocondrosi cervicale . La sindrome dell'arteria vertebrale è difficile da trattare, specialmente in uno stadio tardivo della malattia: i dischi intervertebrali a volte si atrofizzano in uno stato tale che è semplicemente impossibile ristabilire pienamente la loro salute.

La terapia inizia con il riposizionamento delle vertebre nel loro giusto posto. Per consolidare il successo dovrà frequentare regolarmente un massaggiatore e dedicarsi alla terapia fisica. Tuttavia, non si può parlare di grandi carichi, poiché la probabilità di re-clampare le arterie carotidi è elevata.

Il punto chiave della terapia è il restauro di tessuti ossei e cartilaginei, per i quali vengono utilizzati condroprotettori.

Per normalizzare il flusso sanguigno con il metodo medicamentoso, di solito si ricorre a dopo l'eliminazione del pizzicamento. Se inizi a bere pillole in una sola volta, allora non ci sarà alcun effetto: le vertebre stesse non diventeranno a posto, e le navi non saranno raddrizzate.

Se la causa della sindrome non è coperta dall'osteocondrosi cervicale, ma dall'intasamento delle arterie con placche di colesterolo, il problema dovrebbe essere risolto in un modo diverso. Un intero complesso di farmaci (statine, fibrati, ecc.) Viene utilizzato per purificare i vasi, ma è anche necessario escludere dalla dieta alimenti ricchi di carboidrati grassi e semplici.

Spesso questa sindrome è osservata nell'ipertensione. In realtà, si tratta di un restringimento eccessivo dei vasi, che si riflette nel rifornimento di sangue al cervello. La ragione è spesso nascosta nella disfunzione del cuore, tuttavia, e i fallimenti ormonali influenzano la condizione dei capillari, delle arterie e delle vene.

Cura la sindrome delle arterie vertebrali con il solo potere di un medico qualificato. La patologia è così complessa che quando un individuo viene trattato, una persona comune può semplicemente danneggiare il proprio corpo. Pertanto, è meglio affidarsi al medico che eseguirà la diagnostica necessaria, stabilire la causa e prescrivere un ciclo completo di trattamento.

prevenzione

Eppure c'è un modo per prevenire lo sviluppo di questa sindrome. Prima di tutto, devi riconsiderare la tua visione della vita, dando la preferenza alla regolare attività fisica e alla nutrizione razionale.

Se l'osteocondrosi cervicale nell'uomo è già stata identificata, allora è necessario sottolineare il trattamento della malattia, altrimenti le arterie vertebrali possono essere pizzicate in qualsiasi momento. Per evitare che ciò accada, dovrebbero essere prese ulteriori misure preventive:

  • dormire su un letto duro (misura materasso ortopedico);
  • usa un piccolo cuscino per dormire;
  • frequentare un massaggiatore regolare;
  • rafforzare la muscolatura del collo con l'aiuto di esercizi fisici;
  • se necessario, indossare il colletto di Shants per fissare il collo.

La sindrome delle arterie vertebrali di solito si manifesta negli anziani, quando l'attività di una persona diminuisce naturalmente. Tuttavia, anche a 35-40 anni si rivolgono a un ospedale con un problema simile, che è il risultato di lavoro sedentario e mancanza di qualsiasi attività fisica.

Anche se non è facile superare la patologia, ma ignorarla è pericolosa, perché in qualsiasi momento si può sviluppare un ictus ischemico.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com