• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Cancro al seno: sintomi e segni, fasi, trattamento, previsione

Un tumore comune nelle donne è il cancro al seno. Il successo del trattamento e l'aspettativa di vita di un paziente dipendono dal rilevamento tempestivo della malattia. I sintomi, le fasi di sviluppo, i metodi di diagnosi e il trattamento del cancro al seno sono descritti di seguito.

contenuto

Cancro al seno, che cos'è?

Le ghiandole pettorali sono costituite da lobuli o ghiandole, canali per il trasferimento del latte ai capezzoli, al tessuto adiposo, al tessuto connettivo, ai vasi sanguigni e linfatici.

Cancro al seno, che cos'è?

Il cancro al seno è la sconfitta del seno con tumori maligni che sostituiscono il tessuto ghiandolare. Il più comune è il carcinoma, che si sviluppa nei lobi o nei dotti, ma oltre a questo ci sono circa 20 altre varietà di formazioni ghiandolari mammarie maligne.

La frequenza della malattia è alta tra le donne di età compresa tra 40 anni e il numero massimo di casi di cancro è osservato nel periodo di 60-65 anni.

Le cellule tumorali hanno una struttura anomala e un alto tasso di divisione a causa del rapido metabolismo in esse. Compaiono nei tessuti del seno, mentre sviluppano la malattia, penetrano nei vicini linfonodi e negli stadi successivi influenzano i tessuti distanti, comprese le ossa e gli organi interni.

Inoltre, il ciclo di vita delle cellule maligne è più breve delle cellule sane e la loro disintegrazione provoca una intossicazione generale del corpo.

Il motivo principale per cui i medici del cancro al seno osservano i cambiamenti ormonali . Più spesso la malattia si sviluppa nelle donne in menopausa , quando la produzione di ormoni cambia drammaticamente. Progesterone ed estrogeni sono prodotti di meno, il che influenza la condizione delle ghiandole mammarie.

Sfavorevole non è solo una mancanza, ma anche un eccesso di ormoni sessuali femminili, ad esempio, il rischio di sviluppare il cancro al seno è aumentato nelle donne nullipare dopo 30 anni e come conseguenza degli aborti. La gravidanza, il parto e l'allattamento al seno, al contrario, riducono notevolmente la probabilità che cellule maligne compaiano nella ghiandola mammaria.

Fasi del cancro al seno, sintomi

Fasi del cancro al seno

La classificazione internazionale delle fasi del cancro al seno identifica quattro fasi dello sviluppo della malattia.

1 ° stadio

L'attenzione patologica non supera i 2 cm di diametro e il cancro non ha ancora colpito i tessuti adiacenti e i linfonodi. Non ci sono metastasi, il tessuto adiposo del seno e la pelle non sono interessati.

Quando si avverte la palpazione di un sigillo di piccole dimensioni indolore, questo è l'unico segno di cancro al seno in una fase precoce.

2 fasi

Il tumore raggiunge da 2 a 5 cm, non germina nel tessuto adiacente. La seconda fase è divisa in due categorie:

  • IIb - aumento delle dimensioni del neoplasma;
  • IIa: penetrazione delle cellule tumorali nei linfonodi ascellari.

I sintomi del cancro al seno nello stadio 2a sono la rugosità delle aree del seno e una diminuzione dell'elasticità della pelle sul tumore. Dopo aver schiacciato la pelle a questo punto, le rughe non possono essere raddrizzate per molto tempo.

Non ci possono essere più di due metastasi nella ghiandola colpita, spesso c'è un sintomo di ombeliculazione - il trascinamento del capezzolo o della pelle nella sede del tumore.

3 fasi

Il diametro della neoplasia supera i 5 cm, può influenzare lo strato di grasso sottocutaneo e il derma. Sintomi dello stadio 3 del tumore al seno: la pelle assomiglia a una scorza di limone, è disegnata sopra un tumore, spesso gonfia, se ci sono metastasi, quindi non più di due.

4 ° stadio

La patologia colpisce l'intero seno, le ulcere compaiono sulla pelle del seno. Le metastasi sono multiple e si diffondono ad altri organi e tessuti, interessando principalmente i linfonodi situati sotto le scapole, sotto le ascelle e le clavicole.

La diffusione a distanza delle metastasi colpisce la pelle e il tessuto molle, dagli organi interni - i polmoni, le ovaie, il fegato, dalle ossa - femorali e pelviche.

Sintomi e segni di cancro al seno in più fasi

Sintomi e segni di cancro al seno

Nel cancro al seno, sintomi e sintomi possono essere suddivisi in quattro gruppi:

  1. Evento di sigilli;
  2. Cambiamenti della pelle del seno;
  3. Allocazioni da succhi;
  4. Ingrandimento dei linfonodi.

Al primo stadio con piccole dimensioni, il cancro non si mostra attivamente. Può essere rilevato accidentalmente, quando brancolano nella ghiandola mammaria di un nodulo denso. Se il tumore è maligno - nella maggior parte dei casi è indolore al tatto e la presenza di dolore durante la palpazione spesso indica la buona qualità dell'istruzione (mastite, mastopatia).

Il nodo del cancro è molto denso, con superficie irregolare (irregolare), immobile o leggermente spostato quando esposto, spesso attaccato alla pelle o ai tessuti circostanti, fissato. I sigilli di grandi dimensioni compaiono sui livelli 2-4 del tumore al seno (da 3 a 10 cm).

Attenzione per favore! Ci sono forme di cancro al seno in cui il seno è doloroso al tatto - è un'erisipela e forme pseudo-infiammatorie di un tumore diffuso. Sono caratterizzati da una rapida crescita, l'assenza di nodi densi individuali, arrossamento della pelle del torace, aumento della temperatura corporea.

Con una formazione maligna sul seno, vi è una retrazione della pelle, rughe, rughe, gonfiore localizzato al di sopra del tumore. Con l'ulteriore sviluppo del cancro sulla pelle, sul capezzolo o nell'area dell'areola, si formano piccole piaghe non cicatrizzanti che si uniscono, sanguinano e sviluppano la suppurazione (ultimo stadio).

Il prossimo sintomo del cancro al seno nelle donne è la secrezione dei capezzoli. A seconda della forma e dello stadio della malattia, possono essere torbidi o trasparenti, biancastri o giallastri, contenere impurità di pus o sangue.

Il capezzolo è quindi compattato e sembra gonfio. Qualsiasi dimissione dal seno, soprattutto al di fuori della gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno, deve essere considerato un segnale allarmante e un'occasione per sottoporsi all'esame di un mammifero.

A partire dalla fase 2, le cellule tumorali entrano nei linfonodi più vicini, il che porta ad un aumento di quest'ultima. Se il tumore colpisce solo una ghiandola mammaria, allora questo sintomo è osservato su un lato.

Un chiaro segno di lesioni metastatiche dei linfonodi è la loro grande dimensione, densità, scarica, spesso senza dolore. Allo stesso tempo, l'area dell'ascella può gonfiarsi, e negli ultimi tempi la mano si gonfia - a causa di un povero deflusso di linfa e sangue (linfostasi).

Diagnosi di cancro al seno

I principali metodi di diagnosi del cancro al seno:

  • rimozione di una mammografia;
  • un esame del sangue per la presenza dei consumatori (nelle donne di età inferiore ai 30 anni);
  • Ultrasuoni delle ghiandole mammarie;
  • biopsia (prendendo un pezzo di tessuto per lo studio).

Valutare le condizioni generali del paziente e la prevalenza delle cellule tumorali nel corpo consentono i seguenti metodi:

  • esami del sangue - generali e biochimici (per determinare il livello di elementi di forma, ESR, colesterolo, amilasi, campioni di fegato, glucosio, proteine ​​totali, creatinina);
  • tomografia computerizzata;
  • analisi delle urine per escludere la patologia dal tratto genitourinario;
  • Ultrasuoni degli organi interni;
  • radiografia delle ossa, al torace.

Determinando il decorso della malattia, i medici utilizzano il sistema TNM, in conclusione, accanto a ciascuna lettera, viene riportata una figura:

  • T è la dimensione del tumore (da 0 a 4);
  • N - grado di sconfitta dei linfonodi (da 0 a 3);
  • M - presenza o assenza di metastasi distanti (0 o 1).

Skills Training

Autoesame con foto di cancro al seno Poiché il cancro al seno non si manifesta nelle fasi iniziali dello sviluppo, l'autodiagnosi regolare è di grande importanza. Per condurlo dovrebbe essere il 5 ° -7 ° giorno del ciclo mensile, con una buona illuminazione, di fronte a un grande specchio, completamente togliendosi i vestiti fino alla vita.

Le ghiandole mammarie devono essere esaminate con le mani sollevate e abbassate, prestando attenzione alle loro dimensioni, alle condizioni della pelle, al colore, alla simmetria. Dopo questo, devi sentire attentamente il tuo petto - qualsiasi densità del tessuto (sia nodulare, focale e diffusa, che colpisce in modo uniforme l'intera ghiandola) dovrebbe essere avvertita.

Durante l'autoesame, viene anche controllato se c'è una scarica dai capezzoli, premendoli. Alla fine dell'esame, viene effettuata la palpazione dei linfonodi ascellari, sopra- e subclaviani - in caso di cancro essi sono uniformi, densi, ingrossati, più spesso indolori.

Trattamento del cancro al seno

Trattamento del cancro al seno

Il trattamento del carcinoma mammario è finalizzato alla completa distruzione delle cellule maligne. In una fase avanzata, se il recupero completo non è possibile, viene prescritta una terapia sintomatica, ad esempio l'uso di potenti analgesici per alleviare la condizione. Il trattamento include diverse direzioni, che sono spesso combinate tra loro.

Radioterapia

Il compito di questo metodo è quello di fermare lo sviluppo aggressivo del tumore, la sua crescita per l'intervento chirurgico. È considerato come una fase preparatoria prima dell'operazione e viene eseguita dopo la rimozione del tumore.

La radioterapia è anche indicata se è impossibile operare, per esempio, in presenza di metastasi nel cervello.

terapia ormonale

È usato se, nelle cellule tumorali, i recettori sensibili al progesterone e agli estrogeni vengono rilevati con mezzi di laboratorio. Per trattare il cancro al seno utilizzare analoghi o antagonisti degli steroidi sessuali.

In alcuni casi, oltre alla terapia ormonale, viene eseguita la rimozione delle ovaie, poiché producono ormoni che causano la crescita del tumore.

Terapia target

Si chiama anche avvistamento. Le cellule tumorali sono in grado di proteggersi dall'esposizione a radiazioni, chemioterapia e terapia ormonale, evidenziando sostanze speciali (fattore EGFR). Questo è un chiaro ostacolo a una cura rapida.

Per immunocorrezione, cioè, riducendo la risposta delle cellule maligne agli agenti terapeutici, viene utilizzato il farmaco Herceptin (Trastuzumab). Questi sono anticorpi monoclonali purificati specifici per il fattore protettivo delle cellule tumorali.

L'uso della terapia di avvistamento richiede la presenza di attrezzature speciali e personale altamente qualificato nella clinica.

chemioterapia

Questo metodo prevede l'introduzione di farmaci, viene nominato tenendo conto delle caratteristiche del paziente e viene mostrato se:

  • Il diametro della lesione è superiore a 2 cm;
  • Le cellule tumorali sono di basso grado;
  • La donna è in età fertile;
  • Le cellule tumorali non hanno recettori sensibili al progesterone e agli estrogeni.

La chemioterapia per il cancro al seno utilizza citostatici - agenti antitumorali che hanno un effetto nocivo sulle cellule tumorali. Esempi di farmaci - Ciclofosfamide, Adriablastina, Mitoxantrone, Doxorubicina, Fluorouracile.

In oncologia, si distinguono tre tipi di questo trattamento:

  1. La terapia adiuvante (profilattica, aggiuntiva) è indicata se il tumore è operabile e applicato prima e / o dopo l'operazione. Prepara il tumore per la rimozione chirurgica.
  2. Terapeutico è prescritto nella forma generalizzata del cancro, cioè con lesioni metastatiche di altri tessuti e organi. Questo metodo è mirato alla distruzione o riduzione delle metastasi al minimo.
  3. Un tipo di chemioterapia di tipo induttivo è indicato se il tumore è inoperabile e la sua dimensione deve essere ridotta nella misura possibile per la chirurgia.

I farmaci citotossici hanno una serie di effetti collaterali, che sono il lato negativo della loro applicazione. Con la chemioterapia, insieme al cancro, alcune delle cellule sane inevitabilmente muoiono.

Dei sintomi collaterali, questo può essere sentito:

  • mancanza di respiro;
  • nausea e vomito, diarrea;
  • colorazione di muco in una tonalità giallastra, pigmentazione della pelle;
  • vertigini, visione offuscata;
  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • gonfiore dei piedi ;
  • ematuria (urina con una miscela di sangue);
  • aritmia, palpitazione marcata;
  • perdita di capelli;
  • prurito, eruzioni cutanee allergiche.

Questi problemi sono temporanei, passano dopo il trattamento riparativo. Prima della chemioterapia, viene effettuata una consultazione approfondita e una preparazione approfondita della donna per le procedure.

Trattamento chirurgico del cancro al seno

L'operazione per la completa rimozione del seno è detta mastectomia, viene mostrata a partire dalla fase 3. Insieme al seno, vengono rimossi anche i linfonodi regionali. Dopo l'intervento chirurgico per il cancro al seno, viene prescritta la radioterapia e un ulteriore esame dei linfonodi conservati e dei tessuti circostanti.

In assenza di controindicazioni, contemporaneamente alla rimozione del seno, è possibile eseguire un intervento di chirurgia plastica per ricostruirlo.

Complicazioni dopo mastectomia:

  • sanguinamento da una ferita;
  • limitazione temporanea della mobilità dell'articolazione della spalla;
  • gonfiore della mano e del torace.

Nel primo e nel secondo stadio del cancro al seno, la chirurgia è spesso limitata all'intervento di conservazione degli organi, cioè alla rimozione del solo centro tumorale con la conservazione del seno. In ogni caso, il supporto psicologico di persone vicine e specialisti è importante per una donna.

Prognosi e aspettativa di vita

aspettativa di vita nel cancro al seno

In oncologia, l'indicatore del successo del trattamento è un tasso di sopravvivenza a 5 anni. Dopo il trattamento del cancro al seno, questa soglia è attraversata da poco più della metà di tutti i pazienti. Questo è un confine convenzionale, dal momento del suo superamento, molte donne vivono ancora per molti anni.

L'aspettativa di vita è influenzata dalla forma del cancro, dal grado della sua aggressività (rapidità di crescita) e anche dalla fase in cui è iniziata la terapia.

La prognosi più sfavorevole per la vita è il tipo diffuso di neoplasie e 4 fasi del tumore al seno - nessuno di quelli che sono stati malati da 5 anni vive.

Nel cancro al seno di 2 ° grado, l'aspettativa di vita, ovvero il raggiungimento di un tasso di sopravvivenza a cinque anni, e più spesso a dieci anni, è di circa l'80%. Allo stesso tempo, più della metà di questo numero di donne vivrà 20 anni o più.

Le probabilità sono più alte con una selezione efficace e una combinazione di diversi metodi di terapia. Se si riscontra il cancro di grado 3, l'aspettativa di vita in 5 anni o più arriva dal 40 al 60% delle donne, a seconda del sottotesto (3A, 3B).

Il cancro al seno ha la tendenza a riapparire, nella maggior parte dei casi questo si verifica nei primi due anni dopo il trattamento.

prevenzione

Un'efficace prevenzione del cancro al seno include tali misure:

  • Atteggiamento attento allo stato del sistema endocrino - correzione del background ormonale in menopausa , contraccettivi orali;
  • Gravidanza e parto;
  • Assenza di aborti e, di conseguenza, contraccezione efficace;
  • Prevenzione e trattamento tempestivo dei tumori benigni della mammella - mastopatia , malattia cistica , fibroadenoma;
  • Passaggio regolare dell'esame mammografico - 1-2 volte l'anno;
  • Rifiuto da cattive abitudini, alimentazione sana, stile di vita attivo, pieno sonno.
interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com