• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Vaccinazione contro il morbillo: reali opportunità per evitare la malattia

Grazie alla moderna vaccinazione contro molte malattie, abbiamo quasi dimenticato il morbillo, la rosolia e la parotite. Ora i genitori giovani imparano su alcuni disturbi da opuscoli o Internet. A proposito di morbillo ricordo solo quando in qualche luogo accidentalmente c'è un focolaio epidemico della malattia. Gli esperti ritengono che la vaccinazione sia il metodo principale per prevenire questa grave patologia.

contenuto

Morbillo: un pericolo per la vita

È stato stabilito che il morbillo è una malattia infettiva acuta del tratto respiratorio superiore, che non ha solo sintomi catarrali . In parallelo compaiono eruzioni cutanee e mucose specifiche.

Gli scienziati ritengono che se ogni paese fosse vaccinato contro il morbillo in modo tempestivo, allora questa malattia è stata dimenticata per sempre dopo 10 anni. Tuttavia, a causa dell'analfabetismo e dei pregiudizi religiosi delle persone, per ragioni di basso finanziamento nei paesi sottosviluppati, questo può essere solo sognato.

Il morbillo è una malattia terribile, non un'infezione banale, che si verifica inizialmente senza segni speciali, fino a quando il periodo di incubazione passa allo stadio successivo.

Morbillo in un bambino

Il morbillo è una malattia pericolosa che può causare gravi complicazioni

L'infezione può causare:

  • malattie del sistema nervoso;
  • un'infiammazione del cervello;
  • otite cronica con sviluppo di sordità;
  • ascesso dei polmoni;
  • polmonite grave;
  • pleurite;
  • stenosi della laringe;
  • pielonefrite;
  • perdita della vista e dell'udito;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • (oncologia del viso).
Bambino malato

Una caratteristica distintiva della malattia sono le macchie: un'importante caratteristica diagnostica

Il periodo ottimale dell'anno per l'epidemia di morbillo è l'ultima settimana di primavera e i primi giorni dell'estate.

Secondo l'OMS, ogni ora da questa infezione sul pianeta muoiono 15 persone (circa 900 mila all'anno). Il più alto tasso di mortalità si osserva nei paesi dell'Asia e dell'Africa.

I focolai della malattia si verificano durante i periodi, di solito ogni 8-10 anni. Un'eccezione a questa è l'infezione "importata". Molto spesso le epidemie di morbillo si verificano in istituti scolastici e prescolari per bambini chiusi, dove ci sono persone sensibili alla malattia.

Fino al 1966, quando furono sviluppate le misure di profilassi di massa e di vaccinazione, in Russia ogni quarto bambino morì di infezione. Durante questo periodo il morbillo cominciò a chiamarsi piaga dell'infanzia.

La suscettibilità al virus è molto alta:

  • circa il 40% delle persone viene infettato entro le prime 24 ore dal contatto diretto con il paziente;
  • Durante una comunicazione di tre giorni con una persona infetta dal morbillo, oltre l'80% si ammala.

Tutto ciò a condizione che le persone circostanti non abbiano vaccinazioni contro il morbillo! Se prima l'infezione colpiva il corpo di bambini di età compresa tra 1 e 5 anni, ora la malattia è molto "invecchiata". Ci sono focolai della malattia tra la popolazione adulta. La probabilità di gravi complicanze è molto alta. Tutti questi fatti sono argomenti importanti a favore della vaccinazione contro il morbillo.

<br /> Respirare il disagio in un paziente con stenosi della laringe della natura del morbillo

Il morbillo può provocare stenosi della laringe

Profilassi immune: una necessità vitale

Ad oggi, non sono stati sviluppati metodi efficaci per trattare questo disturbo . Solo l'esecuzione di misure di massa sull'immunizzazione può prevenire l'insorgenza di focolai di infezione.

La vaccinazione contro il morbillo è considerata una procedura programmata nel nostro paese, accompagnata dalla compilazione di una tessera di vaccinazione speciale per ogni bambino.

Una completa garanzia di evitare l'infezione non esiste. Tuttavia, le persone vaccinate durante l'infanzia contro il morbillo, tollerano la malattia in forma lieve senza successive complicazioni. Ciò è dovuto allo sviluppo di immunità al virus dopo la vaccinazione.

Se il rischio di malattia da morbillo in soggetti non vaccinati è pari al 100%, dopo la vaccinazione la possibilità di infezione si riduce allo 0,5%. Allo stesso tempo la malattia è atipica, senza rischi per la vita.

La vaccinazione viene effettuata in più fasi.

  1. Dopo la prima vaccinazione, il rischio di infezione si riduce al 15%.
  2. Dopo la rivaccinazione, la probabilità di infezione entro i prossimi 15-20 anni si riduce a zero. Cioè, la difesa del corpo è quasi al 100%.
  3. La terza fase della vaccinazione contro il morbillo ha luogo nell'età adulta.
Baby rivaccinazione contro il morbillo

A 5-6 anni di ripetute immunizzazioni contro il morbillo

Se una persona ha avuto il morbillo, allora ha automaticamente l'immunità alle infezioni . L'infezione ripetuta può verificarsi solo nell'1% dei casi per un numero di ragioni oggettive, ad esempio il paziente ha immunodeficienza. Di conseguenza, se una persona ha avuto il morbillo, la vaccinazione non viene eseguita. Questa dovrebbe essere una conferma documentata.

La vaccinazione contro il morbillo inizia nella prima infanzia. Viene effettuato in 2 fasi, poiché non tutte le persone hanno l'immunità formata immediatamente dopo la prima vaccinazione.

Nel calendario di vaccinazione della Federazione Russa, che elenca tutti i programmi per la prevista attuazione dell'immunizzazione attiva, la vaccinazione contro il morbillo va di pari passo con le vaccinazioni da altre infezioni: rosolia, epatite e parotite. In questo, non c'è nulla di terribile, perché il sistema immunitario del bambino è in grado di resistere a più attacchi di vari virus. È stato stabilito che il grado di effetti collaterali nella combinazione di diversi vaccini non aumenta.

La vaccinazione simultanea di diverse infezioni consente di combinare costi e tempi per le misure preventive. Un farmaco multifase combinato è un minimo di stress in un piccolo paziente.

L'immunizzazione attiva è un elemento chiave del lavoro preventivo, che mira a combattere le malattie infettive. Il principio della vaccinazione è l'introduzione di ceppi virali vivi, ma deboli, nel corpo. L'infezione del vaccino è ridotta al minimo e non rappresenta una minaccia per il paziente e il suo ambiente.

Dopo la vaccinazione, il corpo umano produce una risposta immunitaria debole, anche se è sufficiente per proteggere completamente contro l'infezione.

Tipi di preparati immunitari: monovaccina, un vaccino complesso contro il morbillo, la rosolia, la parotite

Nel nostro paese, vengono utilizzati diversi tipi di vaccini da diversi produttori:

  • monocomponente (o monovalente):
    • vaccino liofilizzato monocomponente vivo del produttore russo;
    • monovaccine Ruvax, prodotto in Francia da Aventis Pasteu;
    • Un vaccino monocomponente anticonvulsivante, creato presso il Serum Institute in India;
  • combinato (o polivalente):
    • divacticum parotitic-morbles, dal vivo, prodotto dalla Federazione Russa;
    • Vaccino indiano a tripla azione contro parotite, morbillo e rosolia;
    • vaccino combinato contro rosolia, parotite e morbillo Prioriks, prodotto da GlaxoSmithKline, Belgio;
    • il vaccino a tripla azione Trimovax prodotto in Francia;
    • trivaccine MMR da Merk Sharp & Dohme Idea dall'Olanda.

Di norma, i tipi di vaccinazioni di bilancio sono utilizzati nelle istituzioni mediche statali: vaccini monocomponenti dei produttori russi. A pagamento, viene proposta una vaccinazione combinata.

Vaccino contro il morbillo

La priorità è uno dei vaccini combinati popolari

Caratteristiche comparative di droghe domestiche e importate, compreso l'indiano

Prima di scegliere un farmaco per l'immunizzazione, vale la pena consultare un medico specialista, perché ciascuno dei vaccini ha i suoi vantaggi e svantaggi:

  1. Dopo la vaccinazione con le complicanze di monovaccina sono estremamente rare.
  2. Il vaccino combinato non richiede inoculazioni multiple: una iniezione è sufficiente.
  3. L'efficacia dei vaccini monovalenti e multivalenti è equivalente nel controllo della malattia. Tutti loro sono in grado di sostituirsi l'un l'altro senza conseguenze negative per i pazienti.
  4. La durata di conservazione dei preparati a secco è superiore a quella dei vaccini preconfezionati.
  5. La possibilità di complicanze successive (reattogenicità) dei vaccini combinati non è superiore a quella dei vaccini monocomponenti.
  6. Le differenze tra i numerosi tipi di vaccino sono insignificanti.
  7. Il posto di introduzione di morbillo monovaccine è definito (ipodermicamente nella regione della scapola o spalla). Le vaccinazioni multicomponenti importate possono essere fatte sotto la pelle o intramuscolarmente in qualsiasi area conveniente.
  8. La somministrazione simultanea di diversi vaccini monovalenti richiede l'uso di siringhe separate. Ogni iniezione viene eseguita in diverse parti del corpo. I vaccini combinati sono una singola iniezione.

L'immunizzazione della popolazione contro il morbillo avviene secondo un certo schema in conformità con il calendario delle vaccinazioni del Ministero della Salute. I genitori possono rifiutare queste attività, ma tali azioni sono piene di ulteriori conseguenze per la salute del bambino.

Vaccinazione nell'infanzia

Prima di iniziare la vaccinazione, il bambino deve essere esaminato dal pediatra per identificare la presenza o l'assenza di eventuali disturbi. Per fare ciò, eseguire una serie di studi e analisi. Sulla base dei risultati, viene valutata la salute del paziente.

Ai bambini che soffrono di allergie viene solitamente prescritto un piccolo corso di antistaminici alla vigilia e dopo la vaccinazione.

Child's Child

È la felicità quando il tuo bambino è in salute

Se il bambino è spesso malato, una settimana prima della vaccinazione, viene trattato con interferone per aumentare l'immunità. Finirlo 14 giorni dopo la vaccinazione.

Alla vigilia della prima vaccinazione, i genitori dovrebbero minimizzare il contatto del loro bambino con qualcuno. È necessario proteggere il bambino da ipotermia accidentale, stress e cambiamenti nelle condizioni climatiche.

Le persone malate non vengono vaccinate!

Fasi di formazione di immunità specifica, compresa la rivaccinazione

La vaccinazione pianificata contro il morbillo comprende 2 fasi:

  1. La vaccinazione di bambini di età compresa tra 8 e 15 mesi, che dipende da fattori individuali e condizioni epidemiche nella regione del paese.
  2. La rivaccinazione passa attraverso cinque anni, alla vigilia dell'ammissione del bambino a scuola. Ciò fornisce una protezione quasi del 100% contro il morbillo e contribuisce a dare una risposta immunitaria positiva alla malattia, se nella fase iniziale ciò non si verificava.

Deboli dosaggi di farmaci non sono sempre in grado di aiutare il corpo a sviluppare per la prima volta anticorpi specifici che formano il sistema immunitario.

Fasi di vaccinazione: vaccinazione di un bambino contro il morbillo in tenera età

Il primo vaccino contro il morbillo viene somministrato ai bambini all'età di un anno

Se il bambino è stato ammalato di morbillo prima dell'inizio della vaccinazione, allora la vaccinazione non viene eseguita. Nel caso in cui la madre del bambino non abbia anticorpi contro l'infezione, il bambino viene ulteriormente immunizzato all'età di 6-8 mesi.

A volte il vaccino contro il morbillo viene posticipato per un certo periodo di tempo. Ciò può essere dovuto al fatto che altre vaccinazioni pianificate non vengono completate per vari motivi.

Come immunizzazione passiva non pianificata con il contatto di un neonato non vaccinato con una persona che ha il morbillo, usare:

  • Immunoglobulina se il bambino è assente da mezzo anno;
  • vaccino vivo contro il morbillo, a condizione che il bambino abbia più di 6 mesi.

Tutto questo dovrebbe essere fatto nel più breve tempo possibile per evitare l'infezione.

Reazioni avverse, comprese eruzioni cutanee, febbre

Dopo l'immunizzazione, un piccolo paziente può sperimentare un malessere:

  • eruzione cutanea specifica nel sito di introduzione del vaccino;
  • breve aumento brusco della temperatura corporea fino a 40 gradi;
  • congiuntiviti;
  • convulsioni febbrili;
  • naso che cola.

La possibilità di effetti collaterali non supera il 15%. La reazione può verificarsi nei primi tre giorni dopo la vaccinazione.

L'aspetto di un naso che cola dopo l'inoculazione di una ragazza

Dopo la vaccinazione, la comparsa di un raffreddore

Complicazioni, inclusi i vaccini

In quei casi in cui dopo la vaccinazione si manifestano alcune complicazioni, vengono eseguite le seguenti misure:

  1. Per far fronte al salto di temperatura, usare farmaci antipiretici e antistaminici, che nominano un medico.
  2. In caso di una grave reazione allergica alla vaccinazione, viene utilizzato il trattamento ospedaliero con corticosteroidi.
  3. Gli antibiotici possono far fronte a complicanze batteriche.

Un bambino non è considerato contagioso per gli altri, indipendentemente dalla presenza e dalla gravità della reazione avversa alla vaccinazione.

Molto raramente (1 caso per 40 mila) le conseguenze della vaccinazione sono:

  • trombocitopenia;
  • shock tossico.

Dr. Komarovsky sulla vaccinazione contro il morbillo: video

Immunizzazione attiva degli adulti

Non considerare il morbillo come una malattia infantile. Per gli adulti, questa patologia è molto più pericolosa che per i bambini. Se una persona non è stata vaccinata contro questa malattia da bambino e non si è ammalata in tenera età, allora la vaccinazione è semplicemente necessaria.

La formazione di un'immunità intensa

A seconda delle caratteristiche individuali del corpo umano, si forma l'immunità alla malattia. Il periodo di protezione per la produzione di anticorpi dopo la vaccinazione è tra 10 e 20 anni. Dopo questo periodo, è necessaria una ulteriore stimolazione dell'immunità. Gli adolescenti dai 15 ai 17 anni negli istituti scolastici effettuano una massiccia rivaccinazione.

Nell'età adulta, dopo aver raggiunto l'età di 35 anni, si raccomanda un altro vaccino contro il morbillo. Ciò è dovuto alla sfavorevole situazione epidemiologica in Russia a causa del gran numero di migranti provenienti da paesi orientali e africani, dove il governo a livello statale non controlla la condotta pianificata di immunizzazione attiva della popolazione.

Azioni preparatorie prima della vaccinazione

Nel policlinico del luogo di residenza, un vaccino contro il morbillo può essere somministrato gratuitamente. Con questo scopo è abbastanza fissare un appuntamento per un appuntamento con un dottore, fare un esame del sangue per anticorpi e ottenere un rinvio. Oltre all'istituzione medica comunale, sono coinvolti centri di vaccinazione speciali e cliniche accreditate.

Preliminare è richiesto per passare il test per l'intensità di immunità contro il morbillo. Il sangue venoso del paziente deve essere esaminato. Questo esercizio aiuterà a identificare la presenza di anticorpi e confermare o negare la fattibilità della rivaccinazione nell'età adulta.

Immunizzazione in età adulta

Per la vaccinazione, non ci sono limiti di età

Se lo si desidera, dopo 10-20 anni, è possibile ripetere la vaccinazione contro il morbillo, ma in questo caso il vaccino non sarà libero. Tale procedura non è vietata e non richiede ulteriori autorizzazioni. La vaccinazione a questa età è quasi sicura, se non ci sono controindicazioni rigorose.

Complicazioni in assenza di immunità faticosa

Rifiutando incondizionatamente l'immunizzazione, è necessario ricordare la possibilità di conseguenze pericolose. Sullo sfondo di questa malattia, sofferta in età adulta, può sviluppare:

  • miocardite;
  • sconfitta della cornea degli occhi;
  • glomerulonefrite;
  • sordità.

La vaccinazione prematura o la mancanza di esso è una garanzia di morbillo. Nella vecchiaia, il morbillo porta spesso alla morte.

Quando si pianificano viaggi all'estero a lunga distanza verso paesi meridionali, la vaccinazione aggiuntiva deve essere completata 30 giorni prima della partenza.

Vaccinazione contro il morbillo e la gravidanza

La rivaccinazione è delicata. È praticamente sicuro, poiché contiene un numero minimo di ceppi. Ma durante la gravidanza è meglio non rischiare la salute di un futuro bambino.

Se si decide di partorire un bambino, è meglio vaccinare 6 mesi prima della gravidanza programmata.

In quei casi in cui la gravidanza si è verificata "inaspettatamente" e la vaccinazione è stata eseguita in una fase iniziale, sono considerate due opzioni per risolvere il problema:

  1. Se il vaccino è stato somministrato con un farmaco combinato, si raccomanda di interrompere la gravidanza. È accertato che anche un lieve virus della rosolia nel 50% dei casi causa danni al feto.
  2. Il vaccino monocomponente è meno pericoloso e la probabilità di sviluppare una patologia nel feto non supera il 20%. C'è un'opportunità per lasciare il bambino.

Se una donna desidera mantenere una gravidanza, è necessario sottoporsi ad un esame per gli anticorpi e lo screening ecografico. Probabilmente, ci sarà la necessità di superare esami del sangue biochimici. Se vengono rilevate anomalie nello sviluppo embrionale, viene suggerito l'aborto.

A volte (per necessità urgenti) i medici raccomandano invece di vaccinare contro il morbillo per usare preparati immunoglobulinici.

Puoi vaccinare immediatamente dopo la nascita del bambino, anche se la madre sta allattando al seno. Il virus del vaccino non penetra nel latte materno e non viene trasmesso al neonato.

Gravidanza e vaccinazioni: video

Controindicazioni alla vaccinazione: allergia, oncologia, esaurimento

Esistono numerose controindicazioni per l'attuazione delle misure di vaccinazione contro il morbillo. I seguenti sono considerati prioritari tra loro:

  • reazioni allergiche ai componenti del vaccino:
    • aminogliklozidy;
    • antibiotici;
    • proteine ​​di pollo e uova di quaglia.
  • malattie oncologiche, comprese quelle accompagnate da esaurimento;
  • grave reazione alla vaccinazione primaria;
  • immunodeficienza primaria.

Inoltre, vi sono restrizioni temporanee, in cui la vaccinazione contro il morbillo è posticipata ad una data successiva:

  • esacerbazione di malattie croniche;
  • sviluppo di ARVI e ARI;
  • assunzione di farmaci prescritti;
  • recente trasfusione di sangue;
  • periodo di peggioramento di allergia;
  • l'introduzione di immunoglobulina.

misure precauzionali

Quando si eseguono attività di vaccinazione nel periodo successivo, devono essere osservate alcune restrizioni e precauzioni.

Dovresti monitorare attentamente la salute dopo la vaccinazione. Se sono presenti anomalie per più di 10 giorni, consultare il medico.

Bambino in buona salute

Dopo l'inoculazione, è necessario osservare lo stato di salute del bambino

Per ridurre a zero le conseguenze negative della vaccinazione, sono necessarie alcune misure di sicurezza:

  • limitare l'uso di nuovi piatti, in modo da non provocare una reazione allergica e / o intossicazione alimentare;
  • rifiutare di visitare luoghi affollati nei primi tre giorni dopo la vaccinazione;
  • utilizzare una maschera medica quando si visita luoghi affollati e si utilizza il trasporto pubblico;
  • Immediatamente dopo la vaccinazione, non è possibile fare il bagno e strofinare il sito di iniezione;
  • gli adulti sono per 1-2 settimane completamente rifiutare di assumere alcol, in quanto ciò può causare una reazione allergica.

Non è necessario assumere alcun farmaco nei primi giorni dopo la vaccinazione, anche se si tratta di immunomodulatori, ad esempio l'isoprinoina. Anche se una persona soffre di frequenti raffreddori e ha bassi livelli di immunità, il medico può prescrivere una terapia appropriata. È stato dimostrato che la corretta selezione del regime di trattamento consente di ottenere una risposta rapida e di alta qualità alla vaccinazione in pazienti affetti da varie patologie.

Come proteggere se stessi e i bambini dal morbillo: video

La vaccinazione contro il morbillo è vitale, poiché una persona diventa protetta da un disturbo grave. L'immunizzazione onnipresente aiuta a ridurre non solo il numero di casi di morbillo, ma anche a ridurre il tasso di mortalità da questa patologia. La vaccinazione è una vera misura preventiva finalizzata ad aiutare le persone a combattere un virus grave.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com