• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Mastite in una madre che allatta: sintomi e trattamento

Mastite - questo è ciò che più ha paura delle donne che hanno dato alla luce una piccola felicità nell'immagine di un figlio o di una figlia. L'infiammazione delle ghiandole mammarie si verifica più spesso nei primi 3 mesi dopo la nascita. Tuttavia, nel tempo seguente, la probabilità di mastite, anche se in qualche modo ridotta, rappresenta comunque una minaccia costante.

Come non perdere i primi sintomi di mastite in una madre che allatta, cosa fare e quale trattamento può prescrivere il medico? Tutte queste domande dovrebbero essere conosciute da ogni madre responsabile che vuole preservare la propria salute e proteggere il suo bambino dagli effetti negativi.

La malattia della mastite è un'infiammazione dei lobuli delle ghiandole mammarie dovuta all'infezione nei dotti miliari di un'infezione (vedi foto). Il processo infiammatorio nel seno di una donna che allatta è chiamato mastite per l'allattamento. Il processo di occorrenza è dovuto a due fattori: l'infezione nei tessuti ghiandolari e l'effetto di un fattore provocante.

La mastite, in assenza di trattamento tempestivo, passa a diversi stadi con sintomi sempre più gravi. Questa malattia è una seria minaccia per la salute di una donna e può causare un impatto negativo su un bambino se continua a essere allattato al seno.

contenuto

Cause di mastite nell'allattamento al seno, fattori di rischio

Mastite in una madre che allatta

Nel 90% dei casi la patologia infiammatoria causa Staphylococcus aureus, tuttavia, il gruppo di "colpevoli" nella mastite dei microrganismi è molto più - include streptococchi, funghi e persino E. coli. L'infezione entra nelle ghiandole mammarie dall'ambiente esterno, con il flusso sanguigno, attraverso il sistema linfatico.

Poiché l'apporto di sangue al seno è sufficientemente sviluppato nella madre che allatta, spesso l'infiammazione copre le vaste aree del seno, catturando molte delle sue parti. Cause di mastite:

  1. Infezione attraverso le crepe nei capezzoli;
  2. Infezione con batteri catturati nella ghiandola con sangue o linfa dai fuochi delle infezioni croniche - carie dei denti, tonsillite cronica, cistite, ecc.

Tuttavia, è anche necessario uno stimolo addizionale per lo sviluppo dell'infezione nel seno. E più spesso, nel 95% dei casi, la lattostasi, lasciata senza trattamento per 3-4 giorni, provoca lo sviluppo di mastite lattea.

I fattori che contribuiscono all'emergere della mastite postpartum includono:

  • le prime nascite - le ghiandole mammarie e le loro dotti lattee non sono adeguatamente preparate per il regime di allattamento al seno;
  • il periodo di rifiuto dall'allattamento al seno;
  • immunità ridotta - osservata in quasi tutte le donne nel periodo postpartum;
  • ipotermia;
  • formazioni cistiche , tumori al seno;
  • mastopatia nell'anamnesi;
  • igiene insufficiente delle ghiandole mammarie;
  • tutte le situazioni che provocano la lattostasi - insufficiente svuotamento dei lobuli lattiferi, tattiche errate dell'allattamento al seno, compressione delle ghiandole, ecc.

Fasi di mastite

Nel suo sviluppo, la mastite è la fase successiva del ristagno del latte non trattato nelle ghiandole. Con l'ulteriore sviluppo, l'infiammazione passa attraverso le seguenti fasi:

  • sierosa (mastite non infetta) - si manifesta con il peggioramento dei sintomi della lattostasi, ma l'infezione non si moltiplica;
  • infiltrativo - arriva dopo 1-2 giorni, caratterizzato dalla formazione di foche, di diametro che raggiunge i 2-3 cm;
  • purulento - rapida moltiplicazione delle infezioni, suppurazione degli infiltrati è accompagnata da grave intossicazione e grave condizione di una donna;
  • ascesso - la formazione di cavità purulente.

Tutte le fasi dell'infiammazione procedono rapidamente con un rapido aumento della gravità dei sintomi.

Segni e sintomi di mastite in una madre che allatta per fasi

Foto di mastite in una madre che allatta

Foto di mastite in una madre che allatta

Il quadro clinico può indicare chiaramente lo stadio di sviluppo della mastite. Quindi, i primi segni di mastite sierosa in una madre che allatta sono i seguenti:

  1. La riduzione della lattazione è un segno molto importante che separa la lattostasi e l'inizio della mastite;
  2. Dolore al petto che non scompare dopo la decapitazione;
  3. La temperatura è da 38ºС, e nel bacino delle ascelle sul lato interessato è un po 'più alto;
  4. Arrossamento della pelle

Sintomi caratteristici della mastite infiltrativa:

  1. Condizioni simili all'influenza: brividi, dolori muscolari, salti di temperatura da 37 a 39 gradi;
  2. Linfonodi ascellari ingrossati dolorosi;
  3. pesantezza al petto, dolore dolorante;
  4. Sondaggio chiaro delle zone di compattazione;
  5. Drenaggio del latte insufficiente anche quando si tenta di esprimere.

sintomi di mastite in una madre che allatta

La mastite dell'allattamento nella fase purulenta ha i seguenti sintomi:

  1. Edema pronunciato di tessuti affetti, costante dolore severo;
  2. Ipertermia fino a 40 ° C, grave stato febbrile;
  3. Cambiamento della pelle sulla zona interessata - colore viola o cianotico;
  4. Il latte espresso ha una miscela di pus.

Quando vedi un medico, possono comparire i seguenti segni di infiammazione:

  • esame del sangue - leucocitosi, alto ESR (a partire dallo stadio sieroso);
  • Ultrasuoni - fissazione di cavità purulente.

Trattamento della mastite durante l'allattamento

Le tattiche di trattamento radicale dipendono direttamente dai tempi di trattamento per il ginecologo / mammologo e lo stadio di sviluppo dell'infiammazione. Se una donna sospetta in tempo mastite e si rivolge alla clinica nei primi 2 giorni, molto probabilmente il suo trattamento sarà limitato a misure conservative.

Terapia della mastite

  • Agenti antipiretici - Il paracetamolo è innocuo per il bambino (l'alimentazione alla fase sierosa non si ferma);
  • Spasmolitici - No-shpa, se rifiuti di allattare al seno, puoi prendere antidolorifici più forti;
  • Miglioramento del deflusso del latte - L'ossitocina si abbassa all'interno o / m iniezioni;
  • Trattare le crepe da capezzolo di Bepanten, Perulan;
  • Antibiotici - con il corso prolungato, un corso fino a 10 giorni con soppressione simultanea della lattazione.

Trattamento chirurgico

Se non si osservano dinamiche durante 2 giorni di terapia antibiotica, ricorrono all'intervento chirurgico. Foci suppurate vengono asportate con la conservazione di tessuti sani, spesso è necessario installare il drenaggio.

La portata dell'intervento chirurgico è più grande della vasta area di danno al seno.

Mastite: trattamento a casa

Dovrebbe essere chiaro che il trattamento indipendente della mastite a casa è irto di ulteriore sviluppo dell'infiammazione ed è una minaccia sia per la madre che per il bambino.

Spesso usato senza prescrizione medica, Amoxicillina, Penicillina non funziona assolutamente per lo Staphylococcus aureus. I farmaci efficaci per la mastite sono considerati ciprofloxacina, cefalossina, amoxiclav.

Regole di trattamento di mastite a casa:

  • Non aspettarti di curare una mastite prolungata (nessun miglioramento nei primi 2-3 giorni) senza antibiotici. I farmaci sono prescritti solo dal medico curante.
  • Massaggio regolare regolare del seno senza eccessivo zelo e lacrimazione. La modalità di conduzione - ogni 2 ore, anche di notte.
  • Nessun rimedio casalingo - l'applicazione di foglie di cavolo, lozioni con miele e Kalanchoe, comprime con olio - non sarà in grado di distruggere l'infezione che si sviluppa nelle ghiandole. Le ricette popolari possono solo alleviare il dolore.
  • Niente procedure termiche - riscaldamento, compresse alcoliche, ecc. Il calore aumenta solo il gonfiore e l'aumento della circolazione sanguigna a causa del riscaldamento provocherà un'ulteriore diffusione dell'infezione.

Nutrire un bambino con mastite

Nutrire un bambino con mastite

L'allattamento al seno con mastite (anche sul lato interessato) continua nella fase iniziale dell'infiammazione. Durante questo periodo, le ghiandole mammarie dovrebbero essere svuotate il più possibile. Dopo ogni poppata, i residui vengono scartati e il freddo viene applicato per 15 minuti.

La nomina di antibiotici è una scusa per svezzare temporaneamente il bambino e trasferirlo alla formula del bambino. Quasi tutti gli antibiotici che entrano nel sangue si trovano nel latte materno. La loro ingestione nel corpo del bambino può causare una reazione imprevedibile - da eruzioni allergiche e disbiosi a uno stato di shock.

Quando è possibile tornare di nuovo all'allattamento al seno - determina il medico curante, tenendo conto del progresso del trattamento e del periodo di sospensione dei farmaci antibatterici dal corpo della madre per evitare di raggiungere il bambino con il latte.

Per evitare la mastite e il suo trattamento, le madri che allattano nel periodo post-partum dovrebbero osservare:

  • L'igiene del seno si lava prima di ogni poppata e si asciuga con un canovaccio per evitare la formazione di crepe.
  • L'eliminazione o almeno l'eliminazione tempestiva della lattostasi è l'appropriata modalità di alimentazione, la corretta applicazione del neonato al seno.
  • Esclusione di compressione e infortunio - seno incomprimibile, sonno nella parte posteriore o laterale.
  • Sonno completo, ricco di vitamine, regime razionale di bere.
  • Supporto per l'immunità - trattamento dei focolai cronici di infezione.
  • Evitare reazioni emotive a situazioni stressanti.
interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com