• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Lattostasi in una madre che allatta: sintomi e trattamento, prevenzione

Quasi tutte le madri che allattano, specialmente dopo il primo parto, affrontano un problema molto fastidioso - la lattostasi. Una condizione dolorosa è piena di sintomi non sgradevoli, la lattostasi porta alla rottura del regime di alimentazione del bambino e gravi conseguenze per la donna stessa.

Questo è il motivo per cui ogni donna durante la gravidanza dovrebbe conoscere i sintomi e i modi di trattare la lattostasi durante l'allattamento.

contenuto

Cos'è la lattostasi?

Lattostasi nelle madri che allattano

La lattostasi del seno è uno svuotamento incompleto di uno o più latte delle zone sintetizzanti del seno. La lattostasi può svilupparsi in uno o entrambi in entrambe le ghiandole mammarie. Con l'influenza di fattori più spesso associati alle tattiche sbagliate dell'allattamento al seno, si sviluppano fenomeni stagnanti nel petto.

Non svuotando la frazione di ristagno per diversi giorni porta alla formazione di un tappo di latte condensato nel condotto del latte. L'accumulo di latte porta ad un aumento della pressione all'interno dei lobuli, che provoca una reazione infiammatoria e l'inibizione della sua ulteriore produzione. Il latte attraverso un sistema vascolare ramificato viene assorbito nel sangue e causa una "febbre da latte".

Cause della lattostasi

La lattostasi si verifica quando la quantità di produzione di latte e i suoi deflussi non corrispondono. Spesso, la congestione del torace si verifica dopo la nascita del primogenito: i dotti del latte non sono sufficientemente sviluppati e la donna non ha ancora acquisito le abilità per applicare correttamente il bambino al seno. I sintomi della lattostasi in una madre che allatta sorgono per i seguenti motivi:

  • Patologia del capezzolo - capezzolo piatto e crepe che rendono difficile l'alimentazione;
  • Insufficiente devastazione di alcuni lobuli a causa di un errato attaccamento del bambino al seno;
  • Le tattiche di alimentazione scorrette sono un'abitudine "cattiva" di spremere l'areola dalle dita di un tipo "forbici" per rimuovere il seno dal beccuccio del neonato;
  • Posizione errata del seno durante l'alimentazione - difficoltà a svuotare i lobi inferiori con una grossa ghiandola mammaria che si allenta;
  • Iperlotazione, a volte provocata da una decantazione troppo frequente - un bambino non può succhiare tutto il latte;
  • Allattamento al seno irregolare;
  • Il passaggio all'alimentazione da una bottiglia, da cui la miscela di nutrienti scorre con meno sforzo - spesso in questi casi il bambino semplicemente pigro per succhiare il seno;
  • Uso inadeguato del liquido, con conseguente ispessimento del latte;
  • La pressione di un reggiseno stretto, in un sogno sdraiato sul suo stomaco;
  • Trauma toracico, ipotermia;
  • Stress, mancanza di sonno, posizione fisica sproporzionata.

Sintomi della lattostasi mammaria

Sintomi della lattostasi mammaria

La malattia già dopo 2-3 giorni si fa sentire sintomi sgradevoli di lattostasi. I primi segni di sviluppo del ristagno del latte:

  • Gonfiore localizzato del seno - palpazione di focolai densificati;
  • Il modello venoso sulla pelle delle ghiandole diventa più pronunciato;

Con ulteriore deterioramento della situazione:

  • Scoppiando dolore al palpare, aumenta dopo l'alimentazione (succhiare il bambino dà un segnale per ancora più produzione di latte);
  • Febbre da latte: la temperatura con lattostasi sale a 38 ° C;
  • A volte la pelle sopra l'area stagnante si arrossa, ma spesso l'iperemia indica un aggravamento della situazione e lo sviluppo della mastite.

Trattamento della lattostasi in una madre che allatta a casa

Trattamento della lattostasi in una madre che allatta a casa

Non mancano i primi sintomi, la lattostasi è abbastanza facile da curare a casa. La regola principale è iniziare ad eliminare immediatamente i fenomeni stagnanti quando compaiono i primi sintomi dolorosi.

Cosa posso fare a casa?

  • Applicare correttamente il neonato al seno. Con un debole riflesso di suzione, è necessario esprimere il latte rimanente.
  • Spesso nutrire un pieno petto. Applicare il bambino in modo che il mento o il naso siano diretti verso la messa a fuoco stagnante.
  • Massaggio del seno con lactostasis - movimenti circolari delicati diretti verso il centro (sterno). Particolare attenzione è rivolta alle zone compattate. La forte pressatura è proibita!
  • Il deflusso del latte migliora con l'applicazione preliminare di calore secco (non caldo) al petto, la ricezione di un bagno caldo / doccia. È impossibile con l'aumentare della temperatura!
  • Dopo 20 minuti dopo l'alimentazione, applicare freddo per ridurre la risposta infiammatoria. Durata: non più di 15 minuti.
  • Regime idrico adeguato L'eccessiva assunzione di liquidi può provocare l'iperlazione, insufficiente (meno di 1 L), al contrario, causerà l'ispessimento del latte. Per l'ipertermia è necessario un volume maggiore di fluido consumato.
  • Dopo aver decantato "fino all'ultima goccia", allegare sempre un neonato. Un tipo speciale di allattamento al seno da parte di un bambino piccolo è il modo migliore per evacuare le restanti particelle di latte stagnante.
  • Farmaci per la lattostasi - Unguento di Traumeel (con solo piante medicinali sicure per il bambino), soluzione di malavite. Un facile sfregamento con unguento neutralizza rapidamente le manifestazioni infiammatorie (gonfiore, arrossamento), ha effetto analgesico. Questi rimedi sono la migliore prevenzione della mastite nella lattostasi.
  • Compresse No-shpy per la rimozione di uno spasmo - sicuro durante l'allattamento al seno una preparazione.

Regole speciali

Trattamento della lattostasi

  1. Non puoi rifiutarti di allattare. Ciò non farà che peggiorare la situazione e provocare la mastite .
  2. Uno, espressione qualitativamente effettuata può eliminare completamente i fenomeni stagnanti nella ghiandola mammaria.
  3. La temperatura di 38 ° C e la mancanza di miglioramento in pochi giorni è un motivo serio per consultare urgentemente un medico per evitare lo sviluppo di mastite.
  4. за счет блокировки синтеза окситоцина — гормона, отвечающего за эвакуацию молока. Le compresse alcoliche inizialmente attenuano inizialmente i sintomi, ma successivamente provocano una lattostasi ancora più forte bloccando la sintesi dell'ossitocina, l'ormone responsabile dell'evacuazione del latte.
  5. ! Gli unguenti canforici sono severamente vietati ! La canfora inibisce fortemente l'allattamento.
  6. Traumeel, assunto sotto forma di compresse e iniezioni, viene assorbito nel sangue e può essere pericoloso per il neonato. . In tali forme di dosaggio, il farmaco viene somministrato solo come indicato da un medico .

Se segui tutte le raccomandazioni per il trattamento della lattostasi a casa, il dolore si interrompe già il giorno 2-3, allo stesso tempo dovrebbe essere fermato ed espresso. Il rossore della pelle può durare per diversi giorni fino a quando tutti i processi di formazione e deflusso del latte sono normalizzati.

Trattamento della lattostasi in un medico

Trattamento della lattostasi in un medico

Solo uno specialista qualificato, ginecologo o mammologo, può determinare il confine tra la lattostasi e la mastite che è iniziata. Spesso, un esame ecografico delle ghiandole mammarie viene effettuato per questo scopo.

Per eliminare il ristagno dormiente nel torace, si può prescrivere quanto segue:

  • Massaggio ad ultrasuoni - dà un risultato eccellente.
  • Iniezione intramuscolare di ossitocina per 30 min. prima dell'alimentazione - riduce l'emorragia postpartum, tuttavia può provocare dolore crampi nell'utero;
  • Antibiotici - solo nel caso di diagnosi di mastite grave. Indicatore di priorità per la scelta del farmaco - impatto minimo sul neonato.

Complicazioni della lattostasi

  • Mastite non infetta - segni più pronunciati di ristagno del latte. La temperatura è superiore a 38 ° C.
  • Mastiti infette, in particolare con criceti capezzoli, - intossicazione, ipertermia fino a 39,5 ° C, dolore toracico pulsante, iperemia diffusa della pelle.
  • Ascesso - la formazione di un sacco purulento, richiede un trattamento chirurgico con l'installazione di un sistema di drenaggio.
  • Le cisti al seno - possono essere diagnosticate diversi anni dopo una mastite mal curata. Le cisti più vecchie sono accompagnate da fibrosi del tessuto ghiandolare.

Prevenzione della lattostasi

  • Studio delle regole di alimentazione, i primi sintomi della lattostasi in una madre che allatta e i loro metodi di eliminazione anche durante la gravidanza.
  • Alimentazione libera - mettere il bambino su richiesta. Non puoi strappare il bambino dal seno prima del tempo.
  • Posizione corretta del bambino durante l'allattamento, supporto mammario a mano senza spremitura.
  • La madre che allatta deve dormire dalla sua parte o dalla sua schiena.
  • Biancheria intima gratis, senza spremere le ossa nel reggiseno.
  • Eliminazione di lesioni e ipotermia.
  • Introduzione dell'alimentazione complementare con un cucchiaio con lattazione normale.
  • Esprimendo i residui del latte una volta in 2-3 giorni.
  • Trattamento dei capezzoli screpolati.
  • Nutrizione completa e regime di bere.
  • Riposo sufficiente - la mancanza di sonno e l'affaticamento accumulato portano a ipolattia.

La lattostasi in sé non minaccia la salute della madre che allatta ed è facilmente eliminabile con i propri sforzi. Tuttavia, il ritardo dei fenomeni stagnanti è irto di mastite, che viene spesso trattata chirurgicamente. Ecco perché è più facile prevenire lo sviluppo dell'infiammazione e non permettere il ristagno del latte.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com