• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Non solo una malattia infantile: la rosolia

L'età dei bambini è il momento in cui il sistema immunitario del corpo si stabilisce. È durante questo periodo che una persona incontra la maggior parte delle malattie infettive. Il morbillo, la varicella, la parotite sono il destino inevitabile di ogni bambino prima dell'introduzione delle vaccinazioni. Allo stato attuale, molte di queste malattie possono colpire una persona già nello stato adulto, manifestata da sintomi spiacevoli. Una di queste patologie è la rosolia. Che tipo di trattamento è necessario per il paziente? Quali misure preventive prevengono l'infezione?

contenuto

Rosolia in bambini e adulti

La rosolia è stata per molto tempo solo per i bambini. Ogni bambino a suo tempo ha necessariamente sofferto di questa malattia infettiva. Con l'introduzione di una vasta gamma di profilassi del vaccino, molte persone hanno iniziato ad incontrare questa patologia in età adulta.

La rosolia è una malattia virale infettiva caratterizzata dalla comparsa di una specifica eruzione cutanea, coinvolgimento linfonodale e decorso severo negli adulti. L'agente eziologico della rosolia è un virus rubino della famiglia dei Togaviridae. Per lungo tempo la malattia è stata effettivamente identificata con un'altra patologia infettiva - il morbillo. Per la prima volta la differenza tra questi due processi patologici fu descritta nel 1829 dal ricercatore tedesco Wagner.

Virus della rosolia

L'agente eziologico della rosolia si riferisce ai virus del rubino

Sinonimo della malattia: il morbillo tedesco.

La rosolia ha da tempo cessato di essere esclusivamente una malattia infantile. Ma se per molti adulti risulta essere nella maggior parte dei casi un fastidioso fastidio, allora per le donne incinte è un vero disastro.

classificazione

La rosolia può presentarsi in diverse forme di base:

  • Tipico, in cui tutti i sintomi e i periodi del decorso della malattia sono chiaramente pronunciati;
  • stentata, caratterizzata da una leggera manifestazione clinica;
  • asintomatico, in cui sono assenti tutti i segni caratteristici della rosolia.

Particolarmente pericolose sono le ultime due forme, perché le persone circostanti, in assenza di segni evidenti di infezione, non sono consapevoli della possibilità di infezione.

Cause e fattori di sviluppo: come può essere trasmesso il virus

Il virus della rosolia circola esclusivamente tra le persone. La fonte della malattia è solo una persona malata con una forma tipica della malattia e con segni clinici inespressi.

L'agente infettivo è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria in stretto contatto, tosse, starnuti. Va ricordato che una persona che si ammala diventa contagiosa molto prima della comparsa dei tipici sintomi clinici. Il pericolo per gli altri lo presenta per due intere settimane: dieci giorni prima della comparsa dell'eruzione e cinque giorni dopo.

Via di aerosol di infezione

La via aerosolica è il principale meccanismo di infezione da rosolia

Il virus della rosolia è stato scelto come il luogo di insediamento delle cellule più attive del corpo umano: il tessuto di copertura (epitelio) del tratto respiratorio superiore e le strutture localizzate del sistema immunitario - i linfonodi.

Linfonodi

La sconfitta dei linfonodi da parte del virus della rosolia è un tipico sintomo della malattia

Penetrando attraverso il nasofaringe o direttamente attraverso la pelle, il virus della rosolia si deposita rapidamente in queste formazioni anatomiche. L'attività vitale della cellula diventa il percorso di riproduzione e assemblaggio delle particelle virali. Con il rilascio dell'agente infettivo nel flusso sanguigno, si forma il riempimento totale dei vasi con l'agente causale (viremia), di conseguenza il fegato, la milza, il cervello, così come la placenta e il feto intrauterino nelle donne in gravidanza possono diventare un trampolino per ulteriori processi patologici.

La circolazione del virus della rosolia nei vasi della pelle causa una tipica eruzione cutanea (esantema) per questa malattia. Eruzioni specifiche possono anche influenzare le mucose del corpo (enanthema). La riproduzione del virus nei linfonodi porta ad un aumento delle loro dimensioni (linfoadenopatia). Questo tipo di reazione è naturale come risposta del corpo all'introduzione di un agente estraneo. Tuttavia, come barriera, i linfonodi non sporgono per molto tempo, dopo di che il virus entra nel flusso sanguigno e viene trasmesso a tutti gli organi.

La placenta non è un ostacolo significativo per il virus. Con la corrente di sangue, il patogeno penetra nelle cellule del feto. Nelle fasi iniziali, l'embrione contiene molte strutture anatomiche che si dividono rapidamente. L'effetto dannoso del virus su queste cellule porta a varie malformazioni del feto.

Feto intrauterino

Il feto intrauterino soffre dell'effetto dannoso del virus

I primi segni della malattia: quanto dura il periodo di incubazione

Il flusso di rosolia in un adulto è simile per molti aspetti a quello dei bambini. Il quadro clinico della malattia è diviso in tre periodi tipici.

Il periodo di incubazione dal momento dell'infezione con il virus fino alla comparsa dei primi segni della malattia è compreso tra 10 e 25 giorni. I sintomi in questo momento sono assenti, tuttavia l'agente causale ha già sviluppato la cattura di una varietà di tessuti corporei.

Le prime manifestazioni di rosolia segnano l'inizio del periodo catarrale. In questo momento la malattia non è diversa dal comune raffreddore ed è caratterizzata dalla comparsa dei seguenti sintomi:

  • malessere generale;
  • la debolezza;
  • dolori articolari e muscolari;
  • arrossamento della congiuntiva dei bulbi oculari;
  • congestione nasale;
  • Persecuzione in gola;
  • tosse e starnuti;
  • aumento della temperatura corporea.

In questa fase, il virus viene rilasciato attivamente nell'ambiente esterno e il paziente presenta un pericolo significativo per gli altri. Il periodo catarrale negli adulti ha una lunga durata e gravità del quadro clinico.

Periodo catarrale

Tosse, starnuti, soffocamento in gola - i principali segni del periodo catarrale della rosolia

Che aspetto ha l'eruzione cutanea

I sintomi non specifici della malattia dopo alcuni giorni sono sostituiti da una tipica eruzione cutanea (esantema). Quest'ultima è una collezione di macchie piatte rosse con una forma rotonda regolare, con una rapidità che si estende da viso e collo a tutta la pelle del tronco e delle estremità. A volte le eruzioni cutanee sono accompagnate da un prurito di intensità variabile. Nei pazienti adulti, i punti rossi sono inclini alla fusione e alla formazione di vasti campi della pelle colpita. Entro 4 giorni, l'eruzione scompare senza lasciare traccia.

Eruzione di rosolia

L'eruzione di Rubex è un sintomo tipico dell'altezza di una malattia

Altre possibili manifestazioni

Sullo sfondo dell'eruzione cutanea possono verificarsi articolazioni infiammatorie (artrite), nausea e vomito. L'ingrossamento dei linfonodi avviene a fasi e molto lentamente. In alcuni casi, la linfoadenopatia adulta potrebbe non svilupparsi affatto. Nelle donne in gravidanza, la malattia è caratterizzata da sintomi simili.

artrite

L'infiammazione delle articolazioni è comune per la rosolia

Nei pazienti adulti, il virus può influenzare il tessuto neurale del cervello con la formazione di meningite e meningoencefalite e lo sviluppo di sintomi concomitanti:

  • mal di testa doloroso;
  • nausea e vomito;
  • torcicollo;
  • violazioni del tono muscolare;
  • un disturbo della sensibilità della pelle;
  • sintomi meningei.

Aspetti clinici della rosolia - video

diagnostica

Per stabilire la diagnosi corretta è necessario attuare le seguenti misure:

  • un sondaggio e un esame del paziente. Permette di determinare la stadiazione regolare del decorso della malattia e di rivelare un tipico rash maculato;
  • esame neurologico. Permette di rivelare una violazione del tono muscolare e un disturbo della sensibilità della pelle;
    Esame neurologico

    L'esame neurologico rivela i sintomi del danno cerebrale

  • un esame del sangue generale. C'è una diminuzione delle cellule immunitarie bianche del sangue;
  • la determinazione degli anticorpi nel sangue. Viene eseguito due volte con un intervallo di diversi giorni. Le grandi proteine ​​della classe delle immunoglobuline M indicano il primo incontro con il virus della rosolia e l'aumento del loro numero nella dinamica indica una forma acuta che perde della malattia. Gli anticorpi più piccoli della classe G sono testimoni di una malattia passata o di un contatto con un virus vaccinale;
    anticorpi

    Anticorpi - testimoni della malattia trasferita

  • tomografia computerizzata (risonanza magnetica). Permette di studiare in dettaglio la struttura del cervello con la comparsa di sintomi neurologici della malattia.

La diagnosi differenziale viene eseguita con le seguenti malattie:

  • il morbillo;
  • scarlattina;
  • reazioni allergiche;
  • infezione da enterovirus.

Come trattare la malattia

Il trattamento della rosolia viene effettuato sotto la guida di uno specialista in malattie infettive su base ambulatoriale. Un severo decorso della malattia può richiedere il ricovero nel reparto profili dell'ospedale.

medicazione

Nel periodo catarrale vengono usati vari farmaci per alleviare i sintomi.

Preparati per il trattamento dei sintomi del periodo di rosolia catarrale - tabella

Nome del farmaco Principio attivo Meccanismo d'azione Forma del problema
xilene xylometazoline vasocostrittore
  • spray nasale;
  • gocce nasali.
Rinostop
Vibrocil
  • dimetindene;
  • Fenilefrina.
  • spray nasale;
  • gocce nasali;
  • gel nasale.
Sanorin nafazolina gocce nasali
Nazol Advance ossimetazolina
Strepsils
  • amylmetacresol; alcool diclorobenzilico.
antisettico locale compresse assorbenti
Tantum Verde benzidamina
  • soluzione per applicazione topica;
  • compresse per riassorbimento;
  • spray per applicazione topica.
kameton
  • canfora;
  • cLOROBUTANOLO;
  • olio di eucalipto
aerosol per uso topico
Faringosept ambazone compresse assorbenti
furatsilin nitrofurazone soluzione topica
loratadina loratadina antistaminico compresse
Tavegil clemastine
cetirizina cetirizina
  • compresse;
  • gocce per l'ingestione.
Bromhexinum Bromhexinum espettorante compresse
ACC acetilcisteina
  • sciroppo;
  • granuli per la preparazione della soluzione.
Echinacea estratto a foglie strette di echinacea immunomodulante
  • tintura;
  • compresse.

Farmaci per la rosolia - galleria fotografica

Rimedi popolari per uso domestico

Con il permesso del medico, le seguenti ricette della medicina tradizionale sono utilizzate nella terapia della rosolia:

  1. Cowberry e radica. Per la preparazione del tè alla vitamina, mescolare i frutti delle piante in parti uguali e preparare. Applicare il farmaco tre volte al giorno.
  2. Rosa canina e ribes nero. Dai frutti delle piante, prepara il tè nel modo sopra descritto. Applicare tre volte al giorno.
  3. Cowberry, erba di San Giovanni. Mescolare un cucchiaio di erba di San Giovanni e frutta al mirtillo rosso, versare la materia prima con tre bicchieri d'acqua e cuocere a fuoco lento per 10 minuti. Brodo per prendere un quarto di tazza quattro volte al giorno.

Piante in terapia di rosolia - galleria fotografica

Raccomandazioni correlate: posso lavare me stesso

Il riposo a letto è obbligatorio solo in caso di gravi condizioni del paziente. L'isolamento di una persona malata viene effettuato fino al quinto giorno dopo l'inizio dell'eruzione. Fare una doccia in condizioni stabili e senza febbre non è controindicato.

La prognosi, le conseguenze e le complicazioni per uomini e donne

La malattia negli uomini e nelle donne adulte, di regola, procede favorevolmente. La rosolia più pericolosa per il feto. Nel primo trimestre di gravidanza, l'infezione dell'embrione con il virus porta a malformazioni in più della metà dei casi. Con il tempo crescente, questa probabilità diminuisce progressivamente. Nella diagnosi di rosolia, si raccomanda un aborto medico per la madre durante le prime 12 settimane di gravidanza. Sulla possibilità di concepire un bambino, la malattia trasferita non influisce su uomini e donne.

Tra le altre complicanze, le più importanti sono la polmonite virale e la meningoencefalite.

Profilassi: vaccinazione, che non può essere vaccinata

Il modo principale per prevenire la malattia è somministrare il vaccino. Questo farmaco contiene una forma indebolita dal vivo del virus della rosolia. Il programma di vaccinazione può differire in diversi casi.

Gli adulti che hanno ricevuto il vaccino all'età di uno e sei anni vengono vaccinati nuovamente all'età di 15-17 e 25-27 anni. Per le donne in età fertile, l'immunità anti-rossore creata artificialmente è vitale. Gli anticorpi protettivi circolano nel sangue per 10 anni.

vaccino

La vaccinazione è la misura principale della prevenzione della rosolia

Dopo 39 anni di vaccinazione non viene effettuato.

In caso di contatto con una persona infetta, tutti coloro che non hanno precedentemente contratto la rosolia o che non hanno ricevuto la rivaccinazione immediatamente vengono vaccinati dall'ambiente circostante.

Controindicazioni per l'introduzione del vaccino sono:

  • la gravidanza;
  • l'allattamento al seno;
  • stati di immunodeficienza;
  • condotto un trattamento chemioterapico per il cancro.

Dopo l'introduzione del vaccino, possono verificarsi varie manifestazioni. Nel sito di iniezione si può sviluppare una reazione allergica localizzata sotto forma di prurito e arrossamento della zona cutanea. Tra i sintomi comuni ci sono:

  • malessere generale;
  • aumento della temperatura;
  • rash maculato;
  • nausea e vomito.

Tuttavia, va notato che fenomeni simili sono stati osservati in rari casi.

La rosolia è una malattia grave, comune tra i bambini e gli adulti, che è piena di complicazioni. La profilassi del vaccino è la base per resistere all'infezione con il virus e proteggere il feto da effetti nocivi.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com