• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Encefalite trasmessa da zecche: infezione, sintomi e trattamento, uso di immunoglobuline

Esistono molti tipi e forme di encefalite. Tutti hanno una diversa natura di sviluppo, ma sono caratterizzati dalla comunanza di gravi cambiamenti patologici nella struttura del cervello, dei suoi neuroni, delle cellule nervose e delle fibre.

Uno dei suoi principali tipi è l'encefalite da zecche. Si riferisce al tipo di infezioni neurovirali, i cui vettori sono Ixodes.

contenuto

Infezione da encefalite trasmessa da zecche

Portatore di encefalite, spuntare foto di Dermacentor silvarum 1

Portatore di encefalite, spuntare foto di Dermacentor silvarum 1

700 specie di Ixodes, nel processo evolutivo, hanno imparato a sopravvivere, nutrendosi del sangue di uccelli, animali domestici e selvatici. Ma solo due di loro sono virulenti (infettivi) per gli umani. Questo parassita della zecca taiga - persulcatus, l'habitat asiatico ed europeo e l'abitante della foresta - ricino europeo.

Le zecche di encefalite femminile depongono le uova in tarda primavera, all'inizio dell'estate, che spiega la loro attività speciale in questo momento. Dopotutto, per un momento così cruciale devono essere riempiti di sangue.

Dopo un po ', le larve emersero dalle uova, la preda di cui sono uccelli, piccoli roditori e piccoli animali. Dopo aver trascorso con i loro capifamiglia da 2 a 4 giorni, cadono.

Nella lettiera della foresta, le larve cresciute si trasformano in ninfe. Dopo lo svernamento, questi sono maschi o femmine a tutti gli effetti. I loro capifamiglia sono animali più grandi, nutrendosi in luoghi di parassitismo delle zecche.

L'infezione umana da encefalite da zecche può verificarsi da prodotti caseari non riscaldati e latte di capre e mucche infette o direttamente da una puntura di zecca (la stragrande maggioranza dei casi).

Quando il segno di spunta viene risucchiato, la sua saliva anestetizza la ferita, distrugge le pareti vascolari e sopprime la risposta immunitaria del corpo umano.

Lo sviluppo del virus inizia in un ipoderma sciolto e nello spazio sieroso delle strutture tissutali, penetrazione nel sangue e nell'endotelio vascolare, parenchima di molti organi, linfonodi e tessuti del sistema nervoso centrale. Qui si moltiplicano e si accumulano intensamente.

Ecco come inizia la viremia umana primaria. Già in questo periodo di infezione si nota:

  1. iperemia di molti organi;
  2. emorragie individuali nelle aree delle mucose sierose e delle mucose;
  3. violazione della nutrizione cellulare del muscolo cardiaco;
  4. ingrandimento del fegato e della milza.

Tutti questi cambiamenti si verificano durante il periodo di incubazione del virus - da tre giorni a tre settimane. Nella stragrande maggioranza dei casi (fino al 95%), l'infezione primaria non si manifesta con la sintomatologia dell'encefalite da zecche.

Il processo infettivo è soppresso e viene prodotta l'immunità virale.

Nel periodo di viremia secondaria (latenza fino a una settimana), il virus è presente nel plasma sanguigno, nelle urine, nella secrezione mucosa del naso, nel liquido cerebrospinale (liquido cerebrale). In questa fase inizia la lotta del corpo con il virus. Molti muoiono, provocando la febbre e la sindrome da intossicazione.

Non molti di quelli colpiti possono sviluppare l'encefalite da zecche. Altri diventano portatori di virus di un'infezione cronica latente, persistente o lentamente in corso.

Sintomi e segni clinici di encefalite trasmessa da zecche

Sintomi di encefalite trasmessa da zecche foto 3

acaro su pelle umana, foto 3

Il quadro clinico della malattia dipende dallo stadio di sviluppo del processo infettivo.

  1. Lo stadio iniziale è caratterizzato dalla manifestazione della sindrome da intossicazione.
  2. Nella seconda fase dello sviluppo predominano i sintomi neurologici, che si manifestano in varie variazioni dei disturbi del SNC.
  3. Nella terza fase iniziale, l'infezione progredisce, è possibile la morte o la pulizia del corpo del paziente e il suo recupero graduale con possibile conservazione di patologie neurologiche minori.

In termini di gravità dei sintomi neurologici, l'encefalite trasmessa dalle zecche è suddivisa in tipi: con la prevalenza della sindrome meningea, i sintomi febbrili e meningoencephalopolyomyelitis prevalenti, patologia con sintomi pronunciati meningoencephalitic o polyradiculoneuritic.

Il processo dell'evoluzione della malattia dipende dalla gravità della manifestazione clinica ed è dovuto a diverse varianti.

1) La forma lieve della malattia è più favorevole. Una piccola temperatura dura fino a cinque giorni. I sintomi a breve termine di meningite ennerviral (sierosa) sono annotati. È possibile uccidere completamente la malattia in un mese e mezzo.

2) La malattia di gravità moderata è caratterizzata dalla comparsa di sintomi meningei e cerebrali. Un trattamento tempestivo e adeguato ripristina l'organismo in due mesi.

3) Con un decorso grave della malattia , il percorso verso la guarigione è protratto. Il recupero completo è in questione. Gli effetti residui si manifestano con paresi, paralisi e atrofia muscolare. Forse un fulmine veloce con una letalità nel primo giorno della malattia.

A volte, prima dell'altezza della malattia (nel periodo prodromico), i precursori della malattia possono apparire sotto forma di:

  • debolezza generale e mal di testa;
  • decadenza e apatia;
  • paresi muscolare parziale del viso e del corpo;
  • sviluppo di anomalie mentali.

L'esordio della malattia ha quasi sempre una natura acuta e improvvisa. I sintomi di encefalite trasmessa da zecche negli esseri umani si manifestano nell'indice di temperatura iniziale alto prodromico (fino a 40 температур), l'ipertermia (fino a due settimane) prolungata, febbre e brividi, mal di testa intollerabili, dolore alle gambe e parte bassa della schiena.

Una sindrome inebriante si sviluppa con vomito ripetuto e nausea. C'è un'eccessiva sensibilità alla luce e al dolore negli occhi.

All'inizio della malattia, i sintomi dei disturbi focali si sviluppano nel sistema nervoso centrale.

  1. Perdita della sensibilità della pelle nelle gambe.
  2. Paralisi muscolare parziale.
  3. Biforcazione di oggetti negli occhi (diplopia).
  4. Contrazione muscolare involontaria.

All'inizio del processo infettivo (nelle prime ore), la persona è inibita, sonnolenta e apatica. Possibile delirio, perdita di coscienza, coma.

È diagnosticato:

  1. iperemia facciale estesa;
  2. disturbo del ritmo cardiaco;
  3. un tono cardiaco assordante;
  4. ostruzione delle vie aeree;
  5. segni di tachipnea (respiro frequente), mancanza di respiro.

Quando le vie aeree sono colpite, si sviluppa l'ipoventilazione dei polmoni, provocando uno sviluppo precoce o tardivo della polmonite. I processi patologici nel tratto gastrointestinale sono espressi da un tocco sulla lingua, che estende l'addome sotto forma di gonfiore, costipazione.

Gli indicatori del sangue indicano:

  • per la presenza di processi infettivi, manifestati da leucocitosi neutrofila e un aumento della VES;
  • sulla disidratazione del corpo - la presenza di sindrome ipoglicemica;
  • sulla violazione della funzione renale - in base all'aumento della quantità di proteine ​​con l'urina escreta.

Standard di indagine diagnostica

La diagnosi di encefalite trasmessa da zecche si basa sui segni caratteristici della malattia, sull'identificazione di possibili focolai naturali di infezione, su specifici studi di laboratorio, come virologia e sierologia.

I metodi di ricerca virologica vengono applicati non oltre la durata dell'infezione di una settimana. Queste tecniche consentono di isolare il patogeno dal liquido cerebrospinale e dal plasma, per effettuare la sua identificazione e per valutare le sue caratteristiche biologiche.

Negli studi sierologici vengono utilizzate le più moderne e accurate tecniche diagnostiche, come un saggio di immunoassorbimento enzimatico, per rilevare anticorpi specifici contro il patogeno, un metodo di PRC che rileva un virus o i suoi frammenti specifici nel corpo umano in una fase precoce dell'infezione in otto ore.

Trattamento dell'encefalite da zecche

Trattamento dell'encefalite da zecche Il trattamento di encephalitis portato dal tic tac è causato da vari metodi - correzione di una dieta di un regime speciale di riposo, trattamento medicinale e fisioterapico.

Il farmaco si basa su:

  • sull'ammissione di farmaci biostimolanti e anticolinesterasici;
  • prescrivere antibiotici;
  • disidratazione e terapia vitaminica (gruppo B);
  • l'introduzione di immunoglobulina.

Nel decorso febbrile della malattia viene prescritta una terapia diretta a ridurre la sindrome da intossicazione. Preparati nominati di glucocorticoidi, aumentare la quantità di assunzione di liquidi.

A segni di una frustrazione di coscienza, la correzione di una dieta con la quantità prevalente in cibo di fibre e sali di potassio è raccomandata. Somministrazione parenterale di farmaci che limitano la migrazione dei leucociti ai focolai di infiammazione ("Prednisolone" e suoi analoghi).

L'agitazione psicomotoria è soppressa da miscele litiche di tre componenti costituenti che hanno effetti antipiretici, antiallergici e antispasmodici (Analgin + Dimedrol + Papaverin).

Quando viene effettuata la carenza di ossigeno (ipossia) ogni ora con un intervallo di mezz'ora, l'ossigenoterapia - attraverso il catetere nasale, l'ossigeno umidificato viene introdotto nel corpo o viene applicata l'ossigenazione nella camera a pressione (iperbarica).

In condizioni urgenti, vengono prescritti preparati di antihypoxants e neuroleptics che influenzano direttamente il sistema vascolare cerebrale e ottimizzano l'afflusso di sangue al corpo.

Nel periodo di recupero, il piano curativo comprende esercizi di terapia fisica, procedure di massaggio e preparazioni di neuroprotettori che riducono gli effetti residui dell'encefalite da zecche - spasmi muscolari o atrofia muscolare nella regione del cingolo scapolare.

Caratteristiche dell'uso di immunoglobulina

uso di immunoglobulina

Per quanto riguarda l'uso di immunoglobulina contro l'encefalite da zecche, la sua somministrazione è considerata, come medicina preventiva di emergenza, immediatamente dopo la puntura del parassita. Fornisce protezione contro lo sviluppo della malattia o contribuisce alla sua facile trasportabilità.

Il farmaco interrompe il ciclo di sviluppo virale nel modo iniziale di infezione, ne impedisce la riproduzione. Le strutture antigeniche di immunoglobulina riconoscono il virus, legano le molecole antigene e le neutralizzano (0,1 g di siero possono neutralizzare circa 60.000 dosi virali fatali).

L'efficacia del farmaco è dimostrata quando viene somministrata entro le prime 24 ore dopo la puntura della zecca. Inoltre, la sua efficacia diminuisce drasticamente, poiché l'esposizione a lungo termine al virus, le cellule del corpo sono già ferite, e le pareti cellulari sono una barriera insormontabile per i nostri custodi molecolari.

Se sono trascorsi più di 4 giorni dal contatto con il segno di spunta, è pericoloso iniettare il farmaco durante tutto il periodo di incubazione del virus, questo complicherà solo la malattia e non ne impedirà lo sviluppo.

Metodi di prevenzione

Prevenzione dell'encefalite da zecche . La misura preventiva più efficace è la vaccinazione contro l'encefalite da zecche . Per acquisire un'immunità stabile dalla malattia, è necessario uno stock di una certa quantità di anticorpi, che può essere ottenuto con tre inoculazioni.

La seconda vaccinazione offre una protezione più o meno affidabile. Ma, dopo la terza vaccinazione, si forma un'immunità affidabile, che deve essere fatta dopo due settimane. In questo caso, la protezione dalle infezioni durerà per tre anni.

Un ruolo importante nella prevenzione dell'encefalite da zecche è giocato dalla giusta scelta di vestiti durante la raccolta per le passeggiate nei boschi. L'abbigliamento dovrebbe coprire tutto il corpo e trattare con anti-maligni. La testa è coperta con un fazzoletto o un berretto. I pantaloni dei ragazzi dovrebbero essere infilati nei panni alti.

Dopo il ritorno, è necessario spogliarsi ed esaminare il corpo, controllare se ci sono zecche.

Cosa devo fare se viene trovato un segno di spunta sul corpo?

Se viene trovato un segno di spunta nel corpo, è necessario rimuoverlo il prima possibile.

1) Afferra la pinza manicure per la testa e ruotala, estraila con un movimento di torsione.

2) Fai un nodo di un nodo dal filo, delicatamente mettilo sull'acaro più basso possibile e stringi il nodo. Quindi allontana l'acaro.

Non agitare bruscamente: puoi strappare la testa o il beccuccio e rimarranno nel corpo. La persona che rimuoverà il segno di spunta non sentirà nulla, quindi non preoccuparti perché non è un dente da tirare.

Non premere sul corpo del parassita o schiacciarlo: da questo puoi provocare la miscelazione di "esso" e il tuo sangue e possibile infezione!

Prima si nota il segno di spunta e lo si rimuove, più è probabile che si debba evitare l'infezione. Mettilo su un batuffolo di cotone bagnato in qualsiasi contenitore e portalo in una clinica per un controllo dell'infezione. Assicurati di visitare un dottore della malattia infettiva.

Encefalite trasmessa da zecche nell'ICD 10

Nella classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione, la malattia è:

Classe I - Alcune malattie infettive e parassitarie (A00-B99)

A80-A89 - Infezioni virali del sistema nervoso centrale

A84 - Encefalite virale trasmessa da zecche

  • A84.0 - Encefalite trasmessa da zecche lontane (encefalite primavera-estate russa)
  • A84.1 - Encefalite da zecche centroeuropea
  • A84.8 - Altre encefaliti virali trasmesse da zecche
  • A84.9 - Encefalite virale trasmessa da zecche, non specificata
interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com