• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Mononucleosi infettiva: sintomi e trattamento nei bambini e negli adulti

La mononucleosi infettiva è comune nei bambini e negli adolescenti. In rari casi, questa patologia preoccupa gli adulti. La malattia si manifesta con sintomi caratteristici di angina, linfoadenopatia e ingrossamento del fegato e della milza.

Con l'immunità normale, dopo un mese o poco più, i sintomi della malattia scompaiono completamente e il paziente ritorna alla sua solita vita.

Cos'è?

La mononucleosi infettiva è una malattia virale infettiva, accompagnata da danni ai linfonodi, alla bocca e alla faringe, a maggiori dimensioni del fegato e della milza, nonché a cambiamenti caratteristici dell'emogramma (analisi del sangue).

Mononucleosi infettiva

L'agente causale della malattia è un virus della famiglia dei virus dell'herpes (una delle forme di infezione del virus Epstein-Barr), che si deposita in altre cellule e ne determina la riproduzione attiva.

Il virus è praticamente inattuabile nell'ambiente esterno e muore rapidamente sotto l'influenza di alte e basse temperature, raggi solari o antisettici.

  • La fonte dell'infezione è una persona nel mezzo della malattia o nella fase di recupero. C'è una portatrice nascosta del virus.

La malattia è trasmessa principalmente da goccioline trasportate dall'aria. Il virus si accumula attivamente nella saliva, quindi un percorso di contatto di trasmissione è possibile ai baci, attraverso oggetti di uso personale, durante i rapporti sessuali. Ci sono stati casi di trasmissione di infezioni durante il travaglio e trasfusioni di sangue.

La suscettibilità delle persone al virus è molto alta, ma grazie alla protezione immunitaria predomina la gravità della malattia. In presenza di immunodeficienze, si osservano generalizzazione dell'infezione e sviluppo di gravi conseguenze.

contenuto

Mononucleosi infettiva nei bambini

Mononucleosi infettiva nei bambini

La malattia si trova principalmente nei bambini - di solito diventano adolescenti malati di 12-15 anni. Meno spesso l'infezione colpisce bambini di età più giovane.

La mononucleosi infettiva negli adulti non viene praticamente trovata, ad eccezione di coloro che soffrono di grave immunodeficienza, ad esempio, con l'infezione da HIV o dopo l'assunzione di farmaci citotossici.

I focolai di infezione aumentano nel periodo autunno-invernale. Contribuire alla diffusione del virus vicino ai contatti familiari, all'uso di giocattoli, utensili, articoli per l'igiene in comune.

I sintomi della mononucleosi infettiva

I sintomi della mononucleosi infettiva Il periodo di incubazione della mononucleosi infettiva (il tempo che intercorre tra l'arrivo del virus e la comparsa dei primi segni della malattia) varia da alcuni giorni a un mese e mezzo. I primi sintomi di mononucleosi infettiva nei bambini si sviluppano gradualmente: debolezza, temperatura subfebbrile, congestione nasale e fastidio in bocca.

Nel periodo acuto della malattia i sintomi sono aggravati:

  1. Aumentare la temperatura a valori febbrili.
  2. Mal di gola, che è peggio quando si mangia e si deglutisce la saliva. A causa di questo sintomo, la malattia viene spesso confusa con il mal di gola.
  3. Grave mal di testa.
  4. Segni di intossicazione del corpo: dolori muscolari e articolari, debolezza, perdita di appetito.
  5. Ingrandimento dei linfonodi. Il paziente può rilevare i linfonodi ingranditi in quasi tutte le aree disponibili per l'ispezione. Molto spesso è evidente nei linfonodi sottomascellari, cervicali e occipitali.
  6. Aumento delle dimensioni del fegato e della milza. In questo caso, il paziente può sviluppare la sindrome itterica: urine scure, sclera occhi gialli, raramente vi è un'eruzione cutanea su tutto il corpo, associata a una violazione del fegato.

Il periodo acuto dura per diverse settimane. La temperatura può aumentare per un altro mese, dopodiché inizia il periodo di recupero. Lo stato di salute del paziente migliora gradualmente, i linfonodi ritornano a dimensioni normali e la curva della temperatura si stabilizza.

Importante! Una caratteristica del corso della mononucleosi infettiva negli adulti è la predominanza dei sintomi associati al danno epatico (ittero, disturbi dispeptici, ecc.). Le dimensioni dei linfonodi aumentano poco rispetto ai bambini.

I segni clinici della mononucleosi infettiva sono semplicemente confusi con l'angina, la difterite, la linfogranulomatosi e alcune altre malattie. Il segno più tipico è un cambiamento specifico nella composizione del sangue. Con questa malattia, nel sangue si trovano mononucleati atipici e un aumento del numero di leucociti e monociti.

Queste cellule atipiche compaiono immediatamente o alla settimana 2-3 della malattia. Durante il recupero, una piccola quantità di essi può anche essere trovata nel sangue.

Importante! Gli adulti affetti da mononucleosi infettiva sono spesso raccomandati per eseguire ulteriori test per l'infezione da HIV, poiché si osservano cambiamenti simili nel sangue e nei sintomi nella fase delle manifestazioni iniziali dell'infezione da HIV.

Trattamento di mononucleosi infettiva, farmaci

Il trattamento della mononucleosi infettiva nei bambini avviene a casa, tuttavia, come negli adulti (con alcune eccezioni). I pazienti con gravi disturbi epatici possono essere ospedalizzati.

La terapia specifica da questo virus non è sviluppata, quindi i genitori sono molto preoccupati per l'argomento, piuttosto che curare la mononucleosi infettiva nei bambini. Per la terapia vengono utilizzati vari gruppi di farmaci, volti ad eliminare i principali sintomi della malattia:

  1. Risciacqui locali con soluzioni di antisettici e decotti di erbe medicinali.
  2. Antistaminici.
  3. Antipiretico e antinfiammatorio (Ibuprofen). использовать аспирин для сбивания температуры из-за риска развития синдрома Рея. I bambini non sono raccomandati di usare l'aspirina per abbattere la temperatura a causa del rischio di sviluppare la sindrome di Ray.
  4. Epatoprotettori.
  5. La terapia antibiotica è indicata solo in caso di infezione secondaria.
  6. Nel grave gonfiore della faringe e delle tonsille si usano brevi cicli di glucocorticosteroidi.

L'attività fisica dovrebbe essere limitata per l'intero periodo della malattia (1-2 mesi) - c'è il rischio di rottura della milza.

In parallelo, al paziente viene prescritta una dieta chimica e termica delicata, ricca di vitamine e microelementi. Escludere piatti grassi, fritti e affumicati, in modo da non sovraccaricare il fegato.

Quanto tempo trattare la mononucleosi infettiva?

Le manifestazioni acute della malattia durano per diverse settimane, durante questo periodo il paziente riceve farmaci sintomatici e anti-infiammatori.

Inoltre, viene effettuata la terapia di disintossicazione, possono essere utilizzati immunomodulatori. Nella fase di reconvalescenza, il paziente continua ad aderire alla dieta, limita l'attività fisica e, se necessario, subisce un trattamento locale della faringe.

Il recupero completo avviene solo dopo un mese e mezzo. Il medico delle malattie infettive tratta tali pazienti.

prospettiva

Nella maggior parte dei pazienti, la prognosi è favorevole. La malattia procede in forma lieve e usurata e può essere facilmente trattata con un trattamento sintomatico.
I problemi si verificano in pazienti con bassa immunità, in cui il virus inizia a moltiplicarsi attivamente, il che porta alla diffusione dell'infezione.

Non esistono misure preventive contro la mononucleosi infettiva, ad eccezione del rafforzamento generale del sistema immunitario del corpo attraverso un'alimentazione equilibrata, l'indurimento e l'attività fisica. Inoltre, dovresti evitare luoghi in cui le persone sono affollate, arieggiare i locali e isolare tali pazienti, in particolare i bambini.

effetti

Le complicazioni più comuni della malattia sono l'attacco di un'infezione batterica secondaria. I pazienti con un'immunità indebolita contro la mononucleosi infettiva possono sviluppare bronchite, polmonite e infiammazione di altri organi.

L'inosservanza del riposo a letto può causare la rottura della milza. In rari casi, gravi epatiti e sanguinamento si sviluppano a causa di violazioni del sistema di coagulazione del sangue (il contenuto di piastrine diminuisce drasticamente).

Tali complicazioni sono più tipiche per i pazienti con sistema immunitario indebolito e gravi malattie concomitanti. Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono senza lasciare traccia, ma il virus rimane nel corpo dopo il trattamento della mononucleosi infettiva durante tutta la vita e può manifestarsi nuovamente con una diminuzione dell'immunità.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com