• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Nodo emorroidario: cause, sintomi e trattamento, infiammazione del nodo

Emorroidi si riferisce ad una patologia abbastanza comune nel campo proctologico (fino al 40%). La frequenza di rilevamento della malattia tra la popolazione adulta è del 12-15% e, in ogni caso, è necessario un trattamento chirurgico a causa della negligenza della malattia.

Le emorroidi possono essere formate a qualsiasi età, ma il più delle volte colpisce persone di mezza età (il tasso di incidenza è lo stesso tra donne e uomini).

contenuto

Cause di emorroidi

Nodo emorroidario

I prerequisiti per lo sviluppo di emorroidi si formano nel periodo prenatale. In questo momento ci sono cambiamenti nei corpi cavernosi del retto:

  • Si espandono;
  • Aumenta il numero di vasi che alimentano la parete del vaso (questa è una tautologia), che crea condizioni per un eccessivo afflusso di sangue di formazioni cavernose;
  • Sclerosi progressiva (proliferazione delle fibre del tessuto connettivo) della parete venosa.

Le ragioni per la formazione di emorroidi dopo la nascita comprendono 2 componenti:

  1. Vascolare (alterazioni dell'emodinamica delle vene enteriche del retto), iniziando l'insorgenza della malattia. Si basa sulla disfunzione della parete vascolare, che causa un aumento del riempimento di sangue venoso. Di conseguenza, le loro pareti si allungano e si formano nodi. Contemporaneamente, a causa dell'aumento della pressione vascolare, le anastomosi artero-venose (anastomosi) si espandono nel reparto arterioso, aggravando ulteriormente i disturbi esistenti.
  2. Meccanico, unendosi nelle ultime fasi della malattia. La pressione costante del nodo sul muscolo retto retto e sull'apparato legamentoso (il legamento dei Parchi, che normalmente mantiene i corpi cavernosi e le vene all'interno dell'intestino) porta alla distrofia in queste formazioni anatomiche. Questo serve anche come prerequisito per l'ulteriore prolasso delle emorroidi verso l'esterno. Il processo diventa irreversibile.

Cause di emorroidi Fino ad ora, le cause esatte che causano lo sviluppo di emorroidi non sono state stabilite. Tutti i suddetti fattori e meccanismi sono predisponenti. Tuttavia, la loro attuazione nella malattia diventa possibile in determinate condizioni, caratterizzate da un aumento della pressione nel retto:

  • Costipazione ripetitiva frequente;
  • Seduta prolungata;
  • Sollevamento di oggetti pesanti;
  • L'inattività fisica.

Un grande ruolo nello sviluppo della malattia è dato all'uso di alcol. L'alcol etilico contribuisce direttamente allo sviluppo di alterazioni distrofiche nella parete vascolare delle vene del retto. Di conseguenza, è più sottile e sporgente.

Le donne hanno un'altra ragione: la gravidanza e il parto. Molto spesso, i nodi emorroidali dopo il parto vengono diagnosticati per la prima volta. Da un lato, dipende dall'aumento della pressione intra-addominale e dall'altra - dai cambiamenti ormonali.

Secondo studi epidemiologici, tra le donne giovani non gravide, la malattia si verifica nell'8% dei casi e durante la gravidanza la frequenza di rilevamento è aumentata di 3 volte (fino al 25%), nel periodo postpartum circa la metà delle donne ha emorroidi a diversi stadi di sviluppo.

Infiammazione del nodo emorroidario, foto

Infiammazione del nodo emorroidario

foto di infiammazione del nodo emorroidario

I sintomi di infiammazione del nodo emorroidario sono caratterizzati da un numero di segni locali e una sindrome da dolore intenso. Le modifiche locali includono:

  1. Macchia di ciliegie scure del nodo dovuta alla pletora;
  2. Tensione del nodo;
  3. Un forte aumento del dolore quando si sente il nodo caduto;
  4. Regione anale con segni infiammatori (gonfiore, arrossamento, aspetto lucido, presenza di scarico patologico).

Il dolore induce il paziente a frenare l'atto di defecazione. In questo contesto, i cambiamenti patologici sono ancora più progressivi. L'infiammazione passa all'intero perineo, causando la comparsa di disturbi disurici (difficoltà e dolore della minzione).

Se il nodo emorroidario è caduto e si è infiammato - questa condizione può assomigliare ad una paraproftite purulenta, con la quale il medico conduce una diagnosi differenziale. Le principali caratteristiche distintive della paraproctite sono:

  • Sconfitta unilaterale;
  • Infiltrazione limitata, che copre l'ano;
  • Una delle pareti del retto è infiltrata e fortemente dolorosa durante un esame rettale;
  • Dolore pulsante, impedendo al paziente di addormentarsi;
  • Aumento della temperatura

для жизни человека, т.к. La condizione rappresenta un grave pericolo per la vita umana, perché minaccia lo sviluppo della sepsi . Pertanto, quando compaiono questi sintomi, è necessario visitare immediatamente il proctologo.

Sintomi del nodo emorroidario

Sintomi del nodo emorroidario

I sintomi clinici delle emorroidi dipendono dalla localizzazione dei nodi. Il nodo emorroidario esterno si trova attorno all'apertura anale direttamente sotto la pelle. Questa formazione è ricoperta da un epitelio costituito da diversi strati.

I nodi emorroidali interni sono nascosti nella fiala del retto e sono coperti esternamente con una sottomucosa. Pertanto, durante l'ispezione visiva, spesso non vengono rilevati (finché non escono). Per la diagnosi, è richiesto un esame rettale, che è fatto da un proctologo.

La malattia è caratterizzata da un decorso cronico. I periodi di esacerbazione sono più spesso provocati dalla stitichezza, che si sviluppano per vari motivi (violazione dei principi dietetici, insufficiente assunzione di liquidi, assunzione di preparazioni di ferro per il trattamento dell'anemia, ecc.).

Ma forse un corso acuto della patologia, che si basa sulla trombosi del nodo emorroidario . Può essere di due tipi:

  • Trombosi del nodo esterno;
  • Trombosi del nodo interno.

Il quadro clinico particolarmente brillante ha uno spasmo dello sfintere anale che porta alla violazione del nodo e alla circolazione sanguigna alterata. I suoi sintomi sono:

  1. Forte dolore all'ano;
  2. Gonfiore dei tessuti;
  3. Nodo ingrandito e suo edema;
  4. Impossibilità di rettificare nel retto (questo causa forti dolori).

In assenza di trattamento, il nodo trattenuto può essere necrotico, causando un aumento della temperatura. A causa della distruzione della nave appare sanguinamento.

Diagnosi del nodo emorroidario

La diagnosi primaria delle emorroidi si basa sulla valutazione dei sintomi clinici.

Il principale è il sanguinamento (tradotto in emorroidi latini e significa sanguinamento), che colpisce circa la metà dei pazienti con questa diagnosi. L'aspetto del sangue dal retto è sempre associato a un atto di defecazione. A differenza di altre malattie, il sangue è scarlatto.

La seconda caratteristica importante è la presenza di emorroidi cadute. Potrebbero esserci altri sintomi e segni di accompagnamento:

  • Prurito nella regione anale;
  • disagio;
  • Sensazione di svuotamento incompleto dell'intestino;
  • I nodi sono percepiti come qualcosa di estraneo nel retto.

La seconda fase della diagnosi prevede l'esecuzione di un esame rettale, che consente di determinare lo stadio del processo. Il primo stadio è caratterizzato dall'assenza di prolasso dei nodi dal retto.

Nella seconda fase, cadono durante la defecazione, ma poi si auto correggono, cosa che nella terza fase non si verifica più (è necessaria l'assistenza manuale). Nella quarta fase, i nodi sono costantemente al di fuori dell'ano (nello stato decaduto).

Trattamento delle emorroidi

Trattamento delle emorroidi

Il trattamento delle emorroidi si svolge in tre modi principali (la scelta a favore dell'uno o dell'altro metodo dipende dallo stadio della malattia):

  1. Terapia farmacologica;
  2. Interventi minimamente invasivi;
  3. Intervento chirurgico (rimozione delle emorroidi).

La terapia conservativa delle emorroidi è mostrata nella prima fase del processo cronico e in corso acuto. Implica l'uso sistemico della flebotonica (Diosmina) in combinazione con farmaci locali (Natalsid, Proctozan, Relief, ecc.).

Questi ultimi sono volti a:

  • Ridurre la gravità del dolore;
  • Smetti di sanguinare;
  • Cessazione di infiammazione;
  • Prevenzione della trombosi.

Se la terapia farmacologica è inefficace, viene eseguito un intervento mini-invasivo o chirurgico. Di solito questo si verifica nella terza fase della malattia. Il trattamento minimamente invasivo include diversi metodi:

  • Introduzione di sostanze sclerosanti;
  • Legatura di emorroidi;
  • Coagulazione per spettro infrarosso;
  • Criodistruzione;
  • Coagulazione laser;
  • Desarterizzazione delle emorroidi;
  • Coagulazione elettrica

I vantaggi degli interventi minimamente invasivi prima di quelli chirurgici tradizionali sono evidenti:

  1. Assenza di superfici della ferita e sindrome da dolore grave dopo l'intervento chirurgico;
  2. Un ricovero di un giorno è sufficiente;
  3. Ritorno rapido alla vita normale (dopo 1-2 giorni);
  4. Alta efficacia delle tecniche (specialmente nel caso della dezaritizzazione - legatura emorroidaria delle arterie).

Emorroidectomia è la rimozione del nodo emorroidario. L'operazione viene eseguita se:

  • il nodo emorroidario interno con una membrana mucosa è caduto;
  • i nodi esterni sono grandi

Inoltre, l'operazione viene eseguita se il medico non possiede la tecnica degli interventi minimamente invasivi. Secondo le statistiche, nei dipartimenti di proctologia fino ad oggi, la prevalenza di emorroidectomia raggiunge il 75%.

Trattamento di un nodo emorroidario in casa

Il nodo emorroidario si infiammò: cosa fare a casa? Oltre al trattamento farmacologico prescritto dal medico, si raccomanda di eseguire un numero di procedure indipendentemente:

  • Bagni con camomilla e salvia, con una temperatura di 37 °. La durata del bagno è di 15-20 minuti. Queste erbe riducono l'attività del processo infiammatorio esistente;
  • candele di patate fresche che vengono iniettate nell'ano;
  • candele di ghiaccio che riducono temporaneamente la gravità del dolore.

E se uscisse il nodo emorroidario? A casa, è possibile eseguire microclasti sulla base di decotti di piante medicinali, che rafforzano la parete vascolare e fermano la reazione infiammatoria.

Allo stesso tempo vengono introdotte supposte rettali auto-preparate a base di cera d'api, propoli e miele. Assumere sistematicamente decotti di ippocastano. Questa pianta contiene molte sostanze utili che rafforzano direttamente la parete vascolare.

  • Come fare correttamente un clistere a casa per te?

Prevenzione delle emorroidi

Dopo la rimozione delle emorroidi, le misure preventive sono molto importanti, il che impedirà la ricaduta della malattia. Aiuteranno anche i pazienti con ereditarietà ereditaria, ma non hanno ancora una malattia.

Per prevenire le emorroidi nelle donne e negli uomini sono raccomandati:

  • Corretta alimentazione Dovrebbe essere arricchito con fibra, che è uno stimolante della peristalsi intestinale. Questo è un mezzo eccellente per prevenire e curare la stitichezza (vedi la dieta per lo sport ).
  • Il carico d'acqua ottimale è di almeno 2 litri al giorno. Il liquido è necessario per il gonfiore nell'intestino della fibra fornita.
  • Attività fisica Basta fare passeggiate regolari ad un ritmo intenso.
  • Limitazione del sollevamento pesi. Si consiglia di non sollevare un carico di 5 kg o più.
  • Osservanza dell'igiene del perineo dopo ogni atto di defecazione (si raccomanda di lavarlo con acqua fredda, che riduce il riempimento di sangue del retto).
  • Esercizio regolare dell'allenamento dei muscoli pelvici. La cosa più semplice è spremere e aprire l'ano.
interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com