• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Sulla biomicroscopia dell'occhio in dettaglio

L'ispezione delle strutture interne dell'occhio è necessaria quando si sospetta una qualsiasi malattia o anormalità della parte anteriore o posteriore del bulbo oculare. L'uso di uno speciale microscopio per questo scopo, combinato con un potente dispositivo di illuminazione, è chiamato biomicroscopia. Questo studio aiuta a identificare ed esaminare in dettaglio una varietà di anomalie all'interno dell'organo visivo.

contenuto

Biomicroscopia: concetti di base

Biomicroscopia - lo studio dello stato interno del bulbo oculare con un dispositivo medico chiamato lampada a fessura. Include una vasta gamma di metodi complessi di visualizzazione di patologie di varia origine, consistenza, colore, trasparenza, dimensioni e profondità.

Lampada a fessura

La lampada a fessura consente un esame microscopico dettagliato dell'occhio

Una lampada a fessura è uno strumento costituito da una sorgente di luce ad alta intensità che può essere focalizzata per dirigere una sottile striscia di luce nell'occhio attraverso vari filtri che forniscono la posizione e le dimensioni della fessura. Viene utilizzato in combinazione con un biomicroscopio che, insieme all'illuminatore, è fissato su un tavolo di coordinate. La lampada facilita l'esame dei segmenti anteriore e posteriore dell'occhio umano, che includono:

  • palpebra;
  • sclera;
  • congiuntiva;
  • iris;
  • una lente naturale (lente);
  • cornea;
  • corpo vitreo;
  • retina e nervo ottico.

La lampada a fessura è dotata di un diaframma che forma una fessura con dimensioni fino a 14 mm di larghezza e altezza. Il microscopio binoculare comprende due oculari e un obiettivo (lente d'ingrandimento), la cui potenza ottica può essere regolata mediante un disco che modifica il rapporto di ingrandimento. La gamma di aumento graduale è da 10 a 25 volte. Con un oculare aggiuntivo - fino a 50-70 volte.

L'esame binoculare mediante una lampada a fessura fornisce un'immagine ingrandita stereoscopica delle strutture oculari in dettaglio, consentendo di effettuare diagnosi anatomiche in diverse condizioni visive. Il secondo obiettivo della mano è usato per esaminare la retina.

Per un esame biomicroscopico a tutti gli effetti, ci sono vari metodi per illuminare le lampade a fessura. Esistono sei tipi di opzioni di illuminazione di base:

  1. Illuminazione diffusa - Esame attraverso un'ampia apertura usando vetro o diffusore come filtro. È utilizzato per l'esame generale al fine di rilevare la localizzazione dei cambiamenti patologici.
  2. L'illuminazione focale diretta è il metodo più comunemente utilizzato, che consiste nell'osservare mediante una fessura ottica o un urto diretto del raggio focale. La fenditura di larghezza sottile o media è diretta e focalizzata sulla cornea. Questo tipo di illuminazione è efficace per determinare la profondità spaziale delle strutture oculari.
  3. Il riflesso speculare o la luce riflessa è un fenomeno simile a quello visto sulla superficie solare di un lago. Utilizzato per valutare il contorno endoteliale della cornea (la sua superficie interna). Per ottenere un effetto specchio, il tester dirige un fascio di luce stretto verso l'occhio dal lato del tempio con un angolo di circa 25-30 gradi rispetto alla cornea. Una zona luminosa di riflessione speculare sarà visibile sull'epitelio della cornea (superficie esterna).
  4. Traslucidità (transilluminazione) o esame in luce riflessa (trasmessa). In alcuni casi, l'illuminazione con una fenditura ottica non fornisce informazioni sufficienti o è semplicemente impossibile. La transilluminazione viene utilizzata per esaminare strutture trasparenti o traslucide - la lente, la cornea - nei raggi riflettenti dei tessuti più profondi. A tale scopo, viene evidenziato lo sfondo dell'oggetto in esame.
  5. Illuminazione indiretta - un raggio di luce, passando attraverso tessuti traslucidi, si dissipa, evidenziando contemporaneamente i singoli punti. Utilizzato per identificare le patologie dell'iride.
  6. Dispersione Sclerale - con questo tipo di illuminazione, un ampio fascio di luce è diretto verso la regione limbica della cornea (il bordo corneale, il sito di articolazione con la sclera) con un angolo di 90 gradi per creare un effetto di dispersione della luce. Sotto la cornea, in questo caso, c'è una certa aureola che si illumina dall'interno della sua anomalia.

La lampada a fessura consente di studiare le parti strutturali della cornea:

  • epitelio;
  • endotelio;
  • piatto di confine posteriore;
  • stroma.

E anche - per determinare lo spessore del guscio esterno trasparente, il suo apporto di sangue, la presenza di infiammazione ed edema, altri cambiamenti dovuti a traumi o distrofia. Lo studio consente uno studio dettagliato delle condizioni delle cicatrici, se esistono: dimensioni, aderenze ai tessuti circostanti. La biomicroscopia rivela i più piccoli depositi solidi sulla superficie inversa della cornea.

Se si sospetta la patologia corneale, il medico assegna anche la microscopia confocale - un metodo per valutare i cambiamenti morfologici di questo organo con un microscopio speciale con un aumento di 500 volte. Ci permette di esaminare in dettaglio la struttura stratificata dell'epitelio corneale.

A una biomicroscopia di una lente il dottore studia un taglio ottico allo scopo di una possibile torbidità della sua sostanza. Determina la posizione della localizzazione del processo patologico, che spesso inizia proprio alla periferia, lo stato del nucleo e della capsula. Quando si ispeziona l'obiettivo, è possibile utilizzare quasi ogni tipo di illuminazione. Ma i più comuni sono i primi due: luce focale diffusa e diretta. In questo ordine, di solito sono tenuti. Il primo tipo di illuminazione permette di valutare l'aspetto generale della capsula, per vedere i fuochi della patologia, se ce ne sono. Ma per una comprensione più chiara di esattamente dove si è verificata la "rottura", è necessario ricorrere alla luce focale diretta.

L'ispezione del vitreo con una lampada a fessura non è un compito facile, non tutti i principianti in oftalmologia possono farcela. L'umor vitreo ha una consistenza gelatinosa ed è abbastanza profondo. Pertanto, i raggi di luce riflettono leggermente.

Corpo vitreo dell'occhio

La biomicroscopia del corpo vitreo richiede l'abilità accumulata

Inoltre, la pupilla stretta ostruisce lo studio. Una condizione importante per una biomicroscopia qualitativa dell'umore vitreo è una midriasi medicamentosa preliminare (pupilla dilatata). La stanza in cui viene condotta l'ispezione dovrebbe essere più buia possibile, e l'area in fase di studio, al contrario, è abbastanza illuminata. Ciò fornirà il contrasto necessario, dal momento che il corpo vitreo è un mezzo ottico leggermente rifrangente, leggermente riflettente. Il dottore usa principalmente luce focale diretta. Quando si esaminano le parti posteriori del corpo vitreo, è possibile l'esame in luce riflessa, in cui il fondo funge da schermo riflettente.

La concentrazione di luce sul fondo consente di esaminare nella sezione ottica la retina e il disco del nervo ottico. La diagnosi precoce di neurite o edema del nervo (papilla stagnante), la rottura della retina aiuta nella diagnosi di glaucoma, previene l'atrofia del nervo ottico e diminuisce la visione.

La lampada a fessura aiuterà anche a determinare la profondità della camera anteriore dell'occhio, per rivelare i cambiamenti nuvolosi di umidità e le possibili miscele di pus o sangue.
Una vasta gamma di tipi di illuminazione, grazie a speciali filtri, consente di studiare bene i vasi, rilevare aree di atrofia e rotture tissutali. Biomicroscopia meno informativa dei tessuti traslucidi e opachi del bulbo oculare (ad esempio, congiuntiva, iride).

Dispositivo a lampada a fessura: video

Indicazioni e controindicazioni

La biomicroscopia è utilizzata per la diagnosi:

  • il glaucoma;
  • cataratta;
  • degenerazione maculare;
  • distacco della retina;
  • danno alla cornea;
  • blocco dei vasi della retina;
  • malattie infiammatorie;
  • neoplasie e altri.

E anche è possibile trovare una ferita dell'occhio, corpi estranei in esso che non sono capaci di mostrare la radiografia.

Non ci sono controindicazioni assolute all'esame da parte di una lampada a fessura. Tuttavia, vale la pena prestare attenzione ad alcune importanti sfumature associate al trauma oculare:

  1. I pazienti con una possibile ferita penetrante del bulbo oculare devono essere esaminati con estrema cautela. Il medico dovrebbe evitare la pressione sull'occhio fino a quando questa lesione non è esclusa.
    Biomicroscopia dell'occhio

    Un paziente con un trauma da occhio penetrante deve essere esaminato con estrema cautela

  2. L'occhio dopo l'esposizione a sostanze caustiche (caustiche) deve essere accuratamente lavato e il normale equilibrio acido-base del liquido congiuntivale viene ripristinato prima che inizi l'esame.
  3. Durante la rimozione del corpo estraneo, il medico deve prestare attenzione per evitare lesioni da improvvisi cambiamenti nella posizione della testa del paziente o dal movimento scomodo dello strumento (ago) utilizzato per rimuovere il corpo estraneo.

L'osservazione del fondo oculare è nota come oftalmoscopia usando una lente di fondo. Ma con una lampada a fessura, l'osservazione diretta del fondo è impossibile a causa del potere di rifrazione dell'occhio, così che il microscopio non fornisce messa a fuoco. Usa l'uso dell'ottica ausiliaria. Usando una lente Goldman a tre specchi alla luce di una lampada a fessura, si possono esaminare quelle aree periferiche della retina che non possono essere esaminate con l'oftalmoscopia.

I vantaggi e gli svantaggi del metodo

La biomicroscopia ha una serie di vantaggi significativi rispetto ad altri metodi di oftalmologia:

  • Possibilità di localizzazione esatta di anomalie. In connessione con il fatto che un raggio di luce da una lampada a fessura può penetrare nella struttura dell'occhio da diversi angoli durante la biomicroscopia, è abbastanza possibile determinare la profondità dei cambiamenti patologici.
  • Aumento delle capacità diagnostiche. Il dispositivo fornisce l'illuminazione nei piani verticale e orizzontale a diversi angoli.
  • Convenienza in un sondaggio dettagliato di un particolare sito. Un fascio di luce stretto diretto verso l'occhio, fornisce un contrasto tra le aree illuminate e oscurate, formando la cosiddetta sezione ottica.
  • Possibilità di condurre biomicroftalmoscopia. Quest'ultimo è usato con successo per l'esame del fondo.

Il metodo è considerato altamente informativo, privo di carenze e controindicazioni essenziali. Ma in alcuni casi è consigliabile preferire un dispositivo portatile a uno fisso, sebbene una lampada a fessura manuale abbia capacità limitate. Ad esempio, è usato:

  • per biomicroscopia degli occhi dei bambini piccoli, mentre sono sdraiati;
  • quando si esaminano bambini irrequieti che non riescono a sedersi al momento giusto in una normale lampada a fessura;
  • per l'esame dei pazienti nel periodo postoperatorio, durante un rigoroso riposo a letto, è un'alternativa a una versione stazionaria del dispositivo.

In questi casi, la lampada a mano ha vantaggi rispetto all'illuminazione diffusa (diffusa), consente di esaminare in dettaglio l'incisione chirurgica e la camera anteriore con fluido intraoculare, la pupilla, l'iride.

Lampada a fessura manuale

La lampada a fessura manuale ha capacità modeste, ma a volte è insostituibile

l'esecuzione di procedure

L'esame viene effettuato in una stanza buia. Il paziente si siede su una sedia, appoggia il mento e la fronte sul supporto per fissare la testa. Deve essere risolto. È desiderabile battere le palpebre il meno possibile. Usando una lampada a fessura, l'oftalmologo esamina gli occhi del paziente. Per aiutare a ispezionare, a volte applicare una striscia sottile di carta con fluoresceina (colorante luminoso), premendola fino al bordo dell'occhio. Questo macchia il film lacrimale sulla superficie dell'occhio. La vernice viene poi lavata via con le lacrime.

Quindi, a discrezione del medico, possono essere necessarie delle gocce per dilatare le pupille. È necessario attendere da 15 a 20 minuti fino a quando la medicina funziona, dopo di che si ripete l'esame, che consente di controllare la parte posteriore dell'occhio.

Occhio con pupilla dilatata

A volte prima della biomicroscopia è necessario espandere la pupilla

Innanzitutto, l'oftalmologo verifica nuovamente le strutture frontali dell'occhio e quindi, con l'aiuto di un'altra lente, ispeziona la parte posteriore dell'organo visivo.

Di norma, un tale test non causa effetti collaterali significativi. A volte un paziente manifesta una leggera fotosensibilità entro poche ore dopo la procedura e la dilatazione delle goccioline può aumentare la pressione oculare, che porta a nausea con mal di testa. Coloro che sentono un grave malessere, si consiglia di consultare immediatamente un medico.

Gli adulti non hanno bisogno di preparazione speciale per il test. Tuttavia, potrebbe essere necessario per i bambini sotto forma di atropinizzazione (dilatazione della pupilla) a seconda dell'età, dell'esperienza precedente e del livello di fiducia per il medico. L'intera procedura richiede circa 5 minuti.

Risultato della ricerca

Durante l'esame, l'oftalmologo valuta visivamente la qualità e le condizioni delle strutture oculari per identificare possibili problemi. In alcuni modelli di lampade a fessura, c'è un modulo di foto e video che corregge il processo di indagine. Se il medico scopre che i risultati non corrispondono alla norma, può parlare di tali diagnosi:

  • l'infiammazione;
  • malattia infettiva;
  • aumento della pressione nell'occhio;
  • cambiamenti patologici nelle arterie o nelle vene degli occhi.

Ad esempio, in caso di degenerazione maculare, il medico rileverà Drusi (calcificazioni del disco del nervo ottico), che sono depositi gialli e possono formarsi nella macula - le aree sulla retina - nella fase iniziale della malattia. Se il medico sospetta un particolare problema alla vista, consiglierà un ulteriore esame dettagliato per la diagnosi finale.

La biomicroscopia è un metodo moderno e altamente informativo di esame in oftalmologia, che consente di esaminare in dettaglio le strutture oculari delle parti anteriore e posteriore con diversa illuminazione e ingrandimento dell'immagine. La preparazione speciale per questa ricerca, di regola, non è necessaria. Pertanto, una procedura di cinque minuti consente di monitorare efficacemente la salute degli occhi e in tempo utile per evitare possibili deviazioni.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com