• Decodifica dei test online: urina, sangue, generale e biochimica.
  • Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine?
  • Come capire l'analisi del bambino?
  • Caratteristiche dell'analisi RM
  • Test speciali, ECG e ultrasuoni
  • Tassi di gravidanza e valori di varianza ..
Spiegazione delle analisi

Angioplastica - un moderno metodo di trattamento della malattia coronarica

Le patologie del sistema cardiovascolare occupano posizioni di rilievo nella diagnosi e spesso causano anche la morte. L'angioplastica consente di risolvere il problema dei vasi ristretti in breve tempo. Di conseguenza, il paziente recupera rapidamente e non ha bisogno di terapia di supporto per lungo tempo.

contenuto

L'essenza dell'intervento chirurgico

Sotto l'influenza di cambiamenti correlati all'età negli esseri umani, il metabolismo lipidico viene interrotto. Di conseguenza, i medici diagnosticano l'aterosclerosi cronica. La malattia è caratteristica di lasciare depositi di colesterolo sulle pareti interne dei vasi sanguigni. A causa di ciò, le arterie coronarie si restringono e l'apporto di sangue al miocardio viene disturbato. Per prevenire il blocco completo dell'arteria, i medici raccomandano di eseguire l'angioplastica. Questo metodo di intervento chirurgico è finalizzato all'espansione della nave intasata o ostruita.

Secondo l'OMS, c'è una tendenza ad un aumento annuale del numero di pazienti con diagnosi accertata di "malattia coronarica". Nella metà dei casi clinici, se il farmaco o la chirurgia non vengono eseguiti, si verifica un esito fatale.

Aterosclerosi vascolare

L'aterosclerosi sulle pareti interne dei vasi forma depositi di colesterolo

L'operazione viene eseguita da un radiologo interventista o da un chirurgo a raggi X. Nei casi più gravi, lo stenting viene eseguito insieme all'angioplastica. L'essenza della tecnica del trattamento chirurgico consiste nell'identificare l'area interessata e la successiva introduzione di un catetere a palloncino in esso. L'angioplastica viene eseguita attraverso una piccola incisione della pelle. Quando lo strumento raggiunge il punto desiderato, il palloncino si gonfia gradualmente, espandendo la nave e ripristinando la circolazione sanguigna.

Angioplastica con palloncino con stent

Il processo di dilatazione della nave ristretta dall'angioplastica

Dopo l'angioplastica, lo spessore del lume ritorna alla normalità, il paziente non osserva i segni di angina pectoris, gli viene concesso di eseguire esercizi fisici. Nel 95% dei casi, l'operazione ha esito positivo e viene il recupero e i risultati vengono conservati per diversi anni.

La tecnica presentata non è in grado di curare la malattia, agisce solo come un modo per eliminare le conseguenze dell'ischemia. Dato che l'elasticità della nave patologica viene interrotta, può ridursi di nuovo in breve tempo. Per evitare ciò, i medici installano uno stent metallico su base continuativa.

L'angioplastica viene eseguita indipendentemente dalla localizzazione della nave ristretta. Viene eseguito sugli arti inferiori.

Cos'è l'aterosclerosi - video

Vantaggi e svantaggi dell'angioplastica

Prima di accettare l'operazione, i pazienti valutano attentamente i pro e i contro dell'intervento.

Vantaggi dell'angioplastica:

  1. Ripristino del normale rifornimento di sangue vascolare.
  2. Migliorare la vita dei pazienti con una diagnosi di "malattia coronarica".
  3. Prevenzione di infarti o ictus.
  4. Ridurre il rischio di un attacco di cuore.
  5. Funzionamento del tipo chiuso.
  6. La durata dell'intervento non supera le due ore.
  7. Il periodo di riabilitazione è breve.
  8. Il costo dei farmaci per la manutenzione è ridotto.

Pazienti per una nota! L'angioplastica è una procedura dopo la quale si sviluppano complicanze in un massimo del 7% delle persone, il tasso di mortalità nel processo è dell'1%, il risultato persiste a lungo.

Tra le carenze sono:

  • probabilità di costrizione ripetuta della nave;
  • rischio di sviluppare patologie renali croniche;
  • alto costo di transazione.

Inoltre, i pazienti di età inferiore ai 75 anni non sono autorizzati ad intervenire.

Pertanto, prima di decidere sul trattamento chirurgico, il paziente deve rendersi conto che l'operazione è piena di rischi, ma con un esito positivo, la qualità della vita migliora.

Indicazioni e controindicazioni per l'operazione

L'espansione percutanea delle pareti delle navi è raccomandata per ogni paziente con una diagnosi di "malattia coronarica". È accettabile tenere l'angioplastica con palloncino al momento dell'attacco cardiaco. Questo ridurrà il grado di danno allo strato centrale del cuore.

Controindicazioni per l'intervento sono:

  1. Insufficienza renale cronica diagnosticata.
  2. Ipertensione persistente e incontrollata.
  3. Violazione della capacità del sangue di coagulare.
  4. Malattie infettive in fase acuta.
  5. Processo infiammatorio, localizzato sul guscio interno del cuore.
  6. La probabilità di reazioni allergiche quando viene somministrato un mezzo di contrasto.
  7. Identificazione di malattie gravi non correlate alla cardiologia
    Edema dei polmoni

    La controindicazione all'angioplastica è l'edema polmonare

    .
  8. Edema dei polmoni.
  9. Diminuzione del potassio nel plasma sanguigno.
  10. Avvelenamento con glicosidi.

Per identificare le controindicazioni, viene effettuata un'accurata visita medica dei pazienti, compresa la consegna dei test necessari.

Prepararsi per la chirurgia

Prima di decidere se eseguire una procedura chirurgica o meno, il paziente deve essere collocato in un ospedale. In queste condizioni, deve sottoporsi a un esame completo, inclusi esami fisici con medici e la consegna di materiali biologici per analisi di laboratorio o strumentali.

Il principale metodo di diagnosi - angiografia, durante il quale il medico fa una puntura nella zona dell'anca e del polso, e quindi introduce il conduttore medico.

Fai attenzione! Durante la procedura, il paziente non avverte sensazioni dolorose.

Nella fase successiva, quando il conduttore ha raggiunto il luogo designato, attraverso di esso viene introdotto un mezzo di contrasto. Grazie a lui, il medico vede chiaramente la condizione dell'arteria interessata e il punto esatto in cui si restringe o ostruisce il canale. Sulla base dei risultati della diagnosi, il medico dirà se è necessario un intervento chirurgico e che tipo di angioplastica è meglio eseguire.

Se necessario, al paziente viene prescritta la scansione duplex o l'angiografia computerizzata. Nel giorno stabilito, preferibilmente almeno 8 ore prima dell'inizio dell'operazione, il paziente non è raccomandato a prendere cibo, acqua e medicine. La decisione di abolire i farmaci specifici è presa solo dal medico curante, che è dovuto alla probabilità di una diminuzione dell'effetto terapeutico quando il farmaco viene sospeso o mancato.

Transluminal, balloon, coronaria, percutanea, laser e altre varietà di angioplastica

In medicina, si distinguono tre tipi di operazioni:

  • angioplastica transluminale (a palloncino, coronarica, transcutanea) - la procedura prevede l'introduzione di un catetere a palloncino lungo la lunghezza dell'arteria interessata prima dell'inizio della sezione ristretta, dopo di che la cannula si apre ordinatamente. L'operazione è considerata parsimoniosa;
  • L'angioplastica subintimale è un'operazione durante la quale il palloncino può essere mosso attraverso lunghe sezioni delle arterie ristrette, che è causato dalla penetrazione del conduttore tra la placca e la parete dell'arteria;
  • angioplastica laser - l'intervento viene eseguito utilizzando un raggio laser che conduce con un flusso sanguigno un filo di quarzo che distrugge la placca di colesterolo agendo sulle alte temperature sull'ostruzione.

Quest'ultimo metodo si riferisce al più parsimonioso e progressivo, ma non è economico.

L'operazione è consentita solo in un reparto speciale, tecnicamente attrezzato. Il processo viene monitorato utilizzando una macchina a raggi X.

Fasi di angioplastica

Il compito dell'angioplastica è quello di espandere la parte ristretta della nave o dell'arteria con un palloncino. Per risolverlo, l'esperto esegue costantemente numerose manipolazioni.

  1. Trasportare il conduttore su un'area chiusa. Per fare questo, prendere un conduttore medico in metallo e con uno speciale rivestimento scorrevole. Permette allo strumento di trovare le aree più piccole del lume nella placca aterosclerotica e di spostarsi su una sezione libera dell'arteria. La prima fase è considerata la più difficile in termini tecnici, solo un medico con elevate qualifiche può farcela.
  2. Trasporto del catetere a palloncino e implementazione dell'angioplastica. Dopo che il conduttore è penetrato nella destinazione, un pallone (coperto con un materiale che aumenta la planata) viene indirizzato verso di esso. Dopo questo, il dispositivo è collegato al catetere, che gonfia il palloncino, aumentando così la clearance dell'area interessata.

    Quando la placca ha quasi completamente chiuso il lume del canale, il medico decide sull'uso graduale di cilindri di diversi diametri.

    angioplastica a palloncino

    Installazione di un catetere a palloncino nel sito di formazione della placca aterosclerotica

  3. Decisione sulla necessità di installare uno stent. In quelle situazioni in cui le parti della placca deformata non aderivano alle pareti dei vasi, c'è ancora un disturbo del normale flusso sanguigno. Per rafforzare le pareti, il chirurgo installa uno stent. Va allo stesso modo del palloncino e nel luogo designato si espande.
    stent

    Lo stent è installato per fissare le pareti della nave

Angioplastica con stent di arterie e vasi

Uno stent per una nave è uno strumento medico simile a un tubo a traliccio metallico. Viene impostato dopo l'esecuzione dell'angioplastica. Ciò è necessario nel caso in cui la nave abbia perso la capacità di mantenere la forma vera, al fine di non consentire un restringimento anticipato, oltre a spremere le placche esfoliate.

Questo design è utilizzato nell'operazione su navi di grandi dimensioni.

Grazie a tecnologie avanzate, gli sviluppatori creano stent resistenti dalla lega di nichel e titanio. Hanno due vantaggi principali: divulgazione indipendente e memoria della forma. A causa di ciò, è possibile simulare il lume naturale nel canale.

Stent medico

Stent per l'esecuzione di angioplastica e conservazione del lume della nave

Quando si esegue l'angioplastica, lo stent viene messo sul pallone. Quando si espande, la struttura metallica si apre e istantaneamente elimina il restringimento della nave.

I produttori producono diversi tipi di stent. Per prevenire la formazione di cicatrici, viene utilizzato un prodotto rivestito con farmaci. Se è necessario trattare un aneurisma, la preferenza è lasciata per gli innesti di stent.

Esecuzione dell'angioplastica con palloncino con stenting - video

Periodo postoperatorio

Dopo aver eseguito l'intervento chirurgico, il paziente viene spostato dalla sala operatoria all'unità di terapia intensiva. Le prime 24 ore di monitoraggio della condizione vengono eseguite insieme all'apparato ECG. Il medico ispeziona regolarmente il sito dell'incisione e l'infermiera misura il conteggio del sangue.

Attenzione per favore! Al paziente è vietato piegare l'arto in cui è stata effettuata la puntura.

Per fermare l'emorragia posizionare l'incisione coperta con una benda stretta e imporre un carico. Il tempo trascorso nella clinica dipende dalla velocità con cui l'emorragia si ferma dalla nave. Per alzarsi dal letto è permesso solo un giorno dopo l'intervento.

L'intero periodo di recupero richiede in media 7 giorni. Per un mese non è raccomandato guidare e sollevare pesi.

Conseguenze e possibili complicazioni

Nel 95% dei casi, l'operazione ha successo, ma il rischio di complicanze esiste ancora. Il più pericoloso è l'improvviso restringimento dell'arteria coronaria nelle prime ore dopo l'intervento. Questo succede per diversi motivi:

  1. La parete arteriosa interna si è rotta.
  2. Si formò un trombo nel luogo dell'apertura del palloncino.
  3. C'è stato uno spasmo nel sito di esposizione.

Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo di tale complicazione è suscettibile di:

  • le donne;
  • pazienti con infarto miocardico;
  • pazienti con angina instabile.

Per prevenire la formazione di coaguli di sangue, prima dell'operazione e dopo di esso il medico prescrive di assumere Aspirina. Il farmaco riduce il livello di coagulazione del sangue.

aspirina

Avvertenza sull'aspirina della formazione di trombi

Complicazioni significativamente meno comuni:

  • ictus durante angioplastica nella regione della carotide;
  • sanguinamento grave che può aprirsi nel punto di inserimento del catetere;
  • lo sviluppo di infarto miocardico;
  • arresto cardiaco;
  • reazioni allergiche;
  • di infezione;
  • violazione dell'integrità dei vasi sanguigni.

Dato il grado di complessità e l'alta efficienza dell'operazione, si può dire che l'intervento chirurgico è quasi sicuro.

Recensioni dei pazienti

I pazienti che hanno ricevuto angioplastica lasciano un feedback positivo sulla procedura.

Per mia nonna, che ha 85 anni, il dottore ha prescritto l'angioplastica coronarica dopo un infarto. La prima operazione fu attraverso il braccio, il secondo - attraverso l'inguine. Anche a questa età, mia nonna ha subito 2 operazioni, che non solo l'hanno salvata, ma hanno anche prolungato la sua vita.

Olga

http://otzovik.com/review_2322770.html

La coronarografia a mio marito avvenne dopo un infarto. Durante l'operazione, era sempre cosciente e aveva un dialogo con il chirurgo. Quindi abbiamo introdotto un catetere, poi un contrasto, abbiamo messo ed espanso il palloncino. È così che la vita della mia amata è stata salvata.

Galina

http://otzovik.com/review_2314728.html

L'angioplastica coronarica è lo stent coronarico delle navi. Fatto due volte. Sono passati molti anni, la paura è più del necessario. La prima volta che ci fu il panico, la seconda volta andò piano. Non aver paura Una piccola puntura nella coscia sotto anestesia locale, un catetere con un palloncino è inserito, i vasi sono controllati (se c'è un'allergia allo iodio, quindi sii sicuro!) E uno stent è installato. Il più difficile è dopo aver mentito per due giorni, senza alzarsi dal letto e piegare la gamba. Dopo puoi camminare, ma i primi giorni non si siedono. Dopo aver installato lo stent, non sarai trattenuto a lungo in ospedale, ma è meglio rilassarsi in un sanatorio. L'angina lascia, ma per non succedere di nuovo con altre navi del genere, dovresti bere Plavix (senza un sostituto per un analogo) per un anno, bere costantemente statine ed essere osservato con un cardiologo. La vita è molto più facile! Non aver paura!

írima

https://otvet.mail.ru/question/64442487

A mio marito IHD, l'infarto è stato riassegnato un anno fa, 42 anni. Il 23 dicembre, angioplastica con palloncino e stenting su una nave sono stati eseguiti nel Centro di Cardiologia di Tyumen (è stato valutato al 75%). Il miglioramento della salute non ha seguito. Il marito lamenta il dolore pressorio più spesso di prima, spesso si manifesta dispnea, in caso di forti gelate, si sente fortemente nel gelo. Vengono presi tutti i farmaci prescritti (Concor, Prestarium, Arifon-retard, Cardiomagnolo, Plavix, Torvacard).

Irina Lyakhovskaya

https://health.mail.ru/consultation/471/

Nelle condizioni della medicina moderna e grazie all'angioplastica, gli specialisti ripristinano il lume del canale ostruito, indipendentemente dalla posizione dell'area interessata: dal sistema ematopoietico e agli arti inferiori. Tuttavia, i pazienti devono ricordare che il trattamento chirurgico elimina solo le spiacevoli conseguenze della grave malattia cardiaca. Pertanto, è importante sottoporsi a esami preventivi presso il cardiologo ed eseguire il trattamento prescritto in modo tempestivo.

interessante

Le informazioni sono fornite a scopo informativo e di riferimento, un medico professionista dovrebbe prescrivere una diagnosi e prescrivere un trattamento. Non automedicare. | | Contattaci | Pubblicità | © 2018 Medic-Attention.com - Salute online
La copia di materiali è vietata. Sito editoriale - info @ medic-attention.com